• Home / CITTA / Reggio Calabria / Omicidio Palmi: presunto sopralluogo prima agguato

    Omicidio Palmi: presunto sopralluogo prima agguato

    Due uomini, nei giorni scorsi, avrebbero compiuto un sopralluogo sotto casa di Salvatore Melara, il sorvegliato speciale di 38 anni ucciso ieri a Palmi in un agguato nel quale e’ stato ferito in maniera grave anche il figlio sedicenne, Francesco, ricoverato in stato di coma negli Ospedali riuniti di Reggio Calabria. A riferire la circostanza agli investigatori e’ stato un fratello della vittima. Il commissariato di Palmi sta ora verificando la circostanza, soprattutto per accertare se effettivamente vi sia un legame tra la presenza dei due uomini nelle vicinanze della casa di Melara ed il suo omicidio. Per quanto riguarda il movente, intanto, gli investigatori non escludono alcuna pista, da quella della criminalita’ organizzata a quella della vendetta. Salvatore Melara e’ considerato un esponente non di primo piano della criminalita’ della Piana di Gioia Tauro e, secondo gli investigatori, sarebbe stato vicino alla cosca Parrello-Condello. Nel 1991, un fratello di Salvatore Malara, Giuseppe, fu assassinato per punirlo, secondo l’ipotesi investigativa fatta all’epoca, per una serie di furti che avevano dato fastidio ad esponenti influenti della criminalita’ organizzata. (ANSA).