• Home / CITTA / Reggio Calabria / “XX Women Made in South of Italy – XX Donne create nel sud Italia”

    “XX Women Made in South of Italy – XX Donne create nel sud Italia”

     

    ESPOSIZIONE                                                   “XX Women Made In South of Italy – XX Donne create nel sud Italia”

    DI ARTE CONTEMPORANEA

     

    CURATORI                                                                 Pamela Cento e Rosy Canale

     

    ARTISTI                                                              Nicola Bettale, Nadia Cadeddu, Alberto Cecchi,

                                                                                   Pamela Cento, Monica Di Brigida, Pierluca Di Pasquale,   

                                                                                   Gianni Godi, Francesca Lepori,

                                                                                   Filippo Malice, Roger Nicotera,

                                                                                   Emanuela Passacantilli,  Rosella Sale, Gianluca Tamorri

     

    DOVE                                                                            Onishi Gallery

                                                                                            251 West 26th Street, Chelsea, New York City

     

    QUANDO                                                                      Dall’ 8 al 21 gennaio 2009   

     

    OPENING                                                                      Giovedì 8 ore 18.00 – 20.00

     

    PATROCINI      

                                          

    Provincia di Reggio Calabria Assessorato alle Politiche Sociali, Istituto Italiano di Cultura di New York, Prefettura di Reggio Calabria, Museo della Ndrangheta, Ministero dei Beni Culturali, Presidenza del Consiglio Regionale della Calabria, Assessorato alle Politiche Sociali del Comune di Reggio Calabria, Consigliera Pari Opportunità della Provincia di Reggio Calabria, Università di Perugia Cattedra di Disegno Multimediale nel corso di laurea in scienze e tecnologie della produzione artistica, Università degli Studi La Sapienza Cattedra di Antropologia Culturale, Ente Parco Aspromonte, Accademia delle Belle Arti di Reggio Calabria

     

    COMITATO SCIENTIFICO

     

    Dott.ssa Francesca Ascoli Giornalista – Dott.ssa Rosy Canale Fondatrice “Movimento Rosa delle Donne di San Luca” – Dott. Alberto Cecchi Cattedra di Disegno Multimediale Università di Perugia – Dott.sa Pamela Cento Sociologo, Artista, Critico d’Arte – Dott. Claudio La Camera Coordinatore “Museo della Ndrangheta” – Dott. Luigi Lombardi Satriani, Cattedra Antropologia Culturale Università La Sapienza di Roma – Dott.ssa Tilde Minasi Assessore Politiche Sociali Città di Reggio Calabria – Dott. Francesco Musolino Prefetto Città di Reggio Calabria – Prof.ssa Maria Rita Parsi Psicoterapeuta, Scrittrice, Presidentessa della Fondazione “Movimento Bambino” – Dott. Giuseppe Priolo, Coordinatore “Progetto San Luca” Prefettura di Reggio Calabria – Dott. Attilio Tucci Assessore alle Politiche Sociali Provincia di Reggio Calabria.

     

    CONFERENZA STAMPA                  Palazzo della Provincia di Reggio Calabria

                                                                    Venerdì 31 ottobre 2008 ORE 12.00

     

    INFO                                                                    myspace.com/totalspaceny

    Le curatrici Pamela Cento e Rosy Canale, il “Movimento Rosa Donne San Luca”, e il “Museo della Ndrangheta”, hanno il piacere di annunciare ed esporre alla conferenza stampa del venerdì 31 ottobre, il progetto socio-artistico-culturale denominato “XX Women Made in South of Italy – XX Donne create nel sud Italia”.

    Il progetto ha come prima tappa espositiva la Onishi Gallery di New York ubicata a Chelsea, il quartiere dell’arte più importante a livello mondiale dove, presso i bianchi spazi della galleria creati dal famoso designer giapponese Uchida, verrà inaugurata l’8 gennaio 2009 l’esposizione artistica “XX Women Made in South of Italy”.

    Tredici artisti di diverso genere e stile daranno vita all’ esposizione di arte contemporanea che presenterà opere inedite di fotografia, videoarte, e installazioni. Tutto queste interpretazioni realizzate degli artisti che si ispirano alle donne di San Luca.

    Un’ evento artistico unico nel suo genere; la Locride con questo progetto vuole comunicare anche tramite l’arte, all’Italia e a livello internazionale, che San Luca, in passato punto focale della ndrangheta, oggi, invece, paese animato dai valori di risanamento e di pace.

    Nel 2008 al Movimento delle Donne di San Luca e alla sua fondatrice Rosy Canale è stato conferito il Premio del Giugno Locrese. A ottobre il  “Los Angeles Times” ha a loro dedicato un ampio reportage.

     

    “XX Women Made in South of Italy” è nato dalla forza e dal coraggio delle donne del Movimento Rosa delle Donne di San Luca, e proprio da queste donne create nel sud Italia, ha preso ispirazione l’intero progetto che, a loro, è dedicato.

     

    Dal 31 ottobre  gli artisti coinvolti nel progetto iniziano un workshop di tre giorni presso il paese di San Luca, per venire a contatto con i soggetti che eccezionalmente si prestano come protagoniste delle opere per dare vita agli scatti fotografici che a gennaio confluiranno nella esposizione newyorchese. Ogni artista utilizzerà il proprio stile artistico per cui è stato selezionato.

    Si darà così avvio alla “materia” collettiva che produrrà un percorso espositivo denso e variegato.

    Nicola Bettale, con un “fotomosaico” segnato dal segno dinamico e da una forte sperimentazione.

    Nadia Cadeddu, con un ritratto in bianco e nero dal forte contrasto, per sottolineare i segni del tempo, segni di cambiamento che trattengono la memoria.

    Alberto Cecchi, con un’opera multimediale. Artista e scrittore di libri sulle avanguardie artistiche contemporanee, Docente di Disegno Multimediale nel corso di laurea in Scienze e Tecnologie della produzione artistica dell’Università di Perugia.                       

    Pamela Cento, con un’opera digitale, dove i dati della realtà del paese calabrese vengono proposti come un fotoromanzo. Per l’occasione presenterà anche un’ installazione fatta di pane dove,  il pane stesso lavorato dalle donne di San Luca, darà la forma a centinaia di simboli del vivere oggi in un paese come San Luca. Artista e curatrice di esposizioni internazionali di arte contemporanea.

    Monica Di Brigida, con un’opera fotografica. Il suo stile fortemente poetico costituisce una con-fusione originale tra il genere figurativo e l’ informale.

    Pierluca Di Pasquale, con un video che creativamente esprime attraverso le immagini  le pulsioni e i fatti della realizzazione del progetto realizzato a San Luca di “XX Women Made in South Italy”

    Gianni Godi, con un’opera video nata da centinaia di scatti fotografici. Videoartista dalla poetica straniante e strabiliante,                                                 

    Francesca Lepori, con un linguaggio fotografico che ama la sintesi e la pulizia dell’immagine, che sempre lascia aperte molteplici chiavi di lettura.

    Filippo Malice, con un’opera di “fotopittura”. Il suo stile traduce artisticamente il proprio mondo onirico, spesso popolato da soggetti ispirati da un mondo arcaico ricco di valenze simboliche.                 

    Roger Nicotera, con un’opera fotografica glamour. Fotografo dal grande intuito compositivo che con una forte poetica estetica riesce a far immergere il fruitore in una atmosfera onirica eppur concreta al tempo stesso.

    Emanuela Passacantilli, con un’opera fotografica capace di fare entrare dentro la serialità le figure di donne che, duplicandosi, divengono immaginarie.                                                      

    Rosella Sale. con uno scatto fotografico capace di cogliere la realtà sociale, con uno stile che riempie l’immagine di elementi con cui gioca per associazione visiva.

    Gianluca Tamorri, con un’opera fotografica. Il suo è uno stile crudo, spesso segnato dalla cromia compositiva, che riesce ad ancorare alla realtà qualsiasi soggetto rappresentato mostrandone tutte le sfaccettature.

     

    Si ringrazia per il sostegno e la collaborazione tutte le figure Istituzionali che hanno appoggiato il Progetto.