• Home / CITTA / Reggio Calabria / Duisburg: la famiglia Strangio scrive a Napolitano

    Duisburg: la famiglia Strangio scrive a Napolitano

    La famiglia di Giovanni Strangio, il giovane accusato della strage di Duisburg, hanno scritto al Presidente della Repubblica esprimendo ”profonda amarezza per la campagna denigratoria e l’ignobile processo mediatico” cui sostiene di essere stata sottoposta. ”Chiediamo a lei – scrivono i familiari di Strangio al presidente Napolitano – di intervenire a garanzia dei dirtti inviolabili della persona. La imploriamo, col cuore in mano, nella qualita’ di presidente del Csm, di sollecitare la magistratura, nel rispetto dell’autonomia e dell’indipendenza dei giudici, di fare piena luce sui fatti di Duisburg”. ”Il nostro congiunto Giovanni Strangio – prosegue la famiglia Strangio – e’ innocente, colpevolizzato ingiustamente dalle risultanze inquisitorie. In realta’ non esistono prove a suo carico. E’ stato giudicato dai mezzi di comunicazione. Abbiamo desiderio di giustizia e verita’ e non ci facciamo intimorire da niente e nessuno. Confidiamo in lei, signor presidente, come organo dello Stato e come uomo affinche’ intervenga a colmare questo martirio perche’ non basta essere di San Luca o chiamarsi Strangio per essere additato con crudelta’ inaudita. Aspettiamo con ansia una sua risposta ed abbiamo l’onore ed il piacere d’invitarla a casa nostra”. (ANSA).