• Home / CITTA / Crotone / Rifiuti: Arpacal, acqua ed aria nella norma

    Rifiuti: Arpacal, acqua ed aria nella norma

    Le analisi effettuate a Crotone su campioni di acqua prelevati da fontane rifornite dall’acquedotto ”non hanno mostrato concentrazioni di alcun parametro chimico analizzato superiore ai valori stabiliti dalla normativa vigente”. E’ quanto sostiene l’Arpacal (l’Agenzia regionale per l’ambiente) nella relazione fatta dopo le analisi preliminari effettuate a seguito dell’inchiesta della Procura. Anche le analisi di radioattivita’, afferma l’Arpacal, ”non hanno dato risultati difformi da quanto stabilito per norma. Il contenuto di metalli pesanti, inoltre, e’ nettamente inferiore ai limiti posti per le acque da considerarsi inquinate”. I campioni di acqua sono stati prelevati in vari siti. Il monitoraggio della radioattivita’ ambientale, effettuato in 14 siti della citta’, ha portato l’Arpacal a concludere che ”le rilevazioni hanno consentito di accertare che tutti i siti ispezionati (sia all’esterno che all’interno), sottoposti ad analisi radiometrica campale, non hanno presentato emissioni di radiazioni ionizzanti tali da apportare variazioni ai livelli del fondo naturale di radiazione dei luoghi. I risultati delle misure radiometriche effettuate in laboratorio evidenziano soltanto la presenza di radionuclidi di origine naturale”. Infine, il campionamento dell’aria nella zona della scuola S.Francesco, per il particolato e le polveri sottili, ha evidenziato che per quanto riguarda i ”metalli normati dalla legge, piombo, arsenico, cadmio e nichel i valori misurati sono attestati al di sotto dei limiti fissati dalla normativa vigente. I metalli per i quali attualmente non esiste un riferimento legislativo in aria sono comunque al di sotto”. (ANSA).