• Home / CITTA / Crotone / Crotone: Sindaco “piano strategico è di tutti”

    Crotone: Sindaco “piano strategico è di tutti”

    ”Domani presenteremo il Primo Piano Strategico di Crotone, che non e’ stato mai esclusivamente dell’amministrazione comunale, ma che da oggi e’ il piano di tutta la citta”’. E’ il commento del Sindaco, Peppino Vallone, alla vigilia della presentazione del primo piano strategico della citta’, che si terra’ nel commplesso al Convivio di Hera, dalle 9.30 e che vede la partecipazione delle massime autorita’ civili e religiose cittadine e regionali. E’ prevista, infatti, la partecipazione del Presidente della Provincia, Sergio Iritale, del Prefetto di Crotone, Luigi Varratta, di Monsignor Domenico Graziani, Arcivescovo di Crotone e Santa Severina e del Presidente della Regione Calabria, Agazio Loiero. Successivamente, Sabino Vetta, responsabile del Piano, e Gianfranco Franz e Francesco Rossi del Consorzio Ferrara Ricerche, societa’ che ha redatto il piano, presenteranno le caratteristiche tecniche del piano stesso. Dopo la firma del patto ed il dibattito pubblico e’ prevista la partecipazione di testimonial, che racconteranno il patto stesso. ”L’attivita’ di elaborazione del primo Piano Strategico della citta’ di Crotone – aggiunge il Sindaco – ha richiesto un confronto continuo e costante con gli indirizzi e le intenzioni dei principali attori pubblici e privati del territorio, con lo scopo di mettere a sistema iniziative gia’ in corso, promuovere la competitivita’ del territorio e insieme produrre nuovi scenari per il futuro”. ”Il Piano Strategico di Crotone – continua il Sindaco – si propone, dunque, come strumento utile a costruire una visione d’insieme del futuro della nostra citta’. Non riguarda soltanto aspetti territoriali, ma affronta anche altri elementi fondamentali per la nostra comunita’: sociale, economico, culturale ed ambientale, trattati nella logica della trasversalita’. ”Il Piano si configura, quindi, come un grande ”happening progettuale” continua Vallone ”base di riferimento delle idee identificate come prioritarie attraverso un ampio percorso di partecipazione. Alla base di questa decisione c’e, soprattutto, l’intenzione di interpretare in modo originale e condiviso il cambiamento”. ”Cambiamento per il quale l’amministrazione comunale e’ chiamata a interpretare, a promuovere e ad accompagnare lo sviluppo equilibrato di Crotone. Ma per essere ”strumento di sviluppo” prosegue il Sindaco Vallone ”non ci si puo’ limitare ad esercitare le competenze amministrative nei limiti delle proprie funzioni ma e’ opportuno allargare lo sguardo e creare relazioni con altri livelli istituzionali e con tutti gli attori della societa’ locale. Condividere insieme una visione del futuro della citta”’ conclude il Sindaco” significa tradurre gli obiettivi in azioni”. (asca)