• Home / CITTA / Cosenza / Si conclude con successo “Sila Epic”

    Si conclude con successo “Sila Epic”

    Si conclude con successo “Sila Epic”, manifestazione organizzata da Asd Mountain Bike Sila e cofinanziata dal Parco Nazionale della Sila. Il direttore f.f. dell’Ente Domenico Cerminara: «Fieri di puntare su eventi eco-compatibili e che richiamano numerosissimi visitatori»

    Il prossimo appuntamento è al 3,4 e 5 settembre prossimi con un altro evento. «AQA Libere. Largo Argo – ha affermato il presidente del Parco Francesco Curcio – è nuovamente l’occasione per godere di sport e natura incontaminata»

    Oltre seicento bikers provenienti da tutto il mondo. E l’entusiasmo tangibile di percorrere i sentieri più belli di tutto l’altopiano silano. Si è conclusa ieri “Sila Epic”, quinta edizione della gara di ciclismo, organizzata dall’Asd Mountain Bike Sila e cofinanziata dall’Ente Parco, che ha pure fatto registrare la presenza di numerosi turisti nel magico scenario di Camigliatello.

    «Dopo “Sila3Vette” e la manifestazione relativa al Triathlon, il Parco ha sostenuto un terzo evento sportivo: non a caso, “Sila Epic”, la quale, anche quest’anno, non solo ha confermato il suo successo, ma ha pure sottolineato la lungimiranza dell’Ente nel promuovere iniziative eco-compatibili con la fruizione del territorio che, anche grazie alla Ciclovia dei Parchi (finanziata dalla Regione Calabria), implementa sempre più il turismo sportivo e richiama a sé numerosissimi visitatori», ha dichiarato, a margine della manifestazione, il direttore f.f. dell’Ente Parco Nazionale della Sila Domenico Cerminara.

    Cerminara ha, inoltre, consegnato la maglietta della Ciclovia dei Parchi e la borraccia del Parco stesso, relativa alla campagna di sensibilizzazione ambientale Plastic Free, ai due primi assoluti vincitori – Jacopo Billi del Soudal Lee Cougan Racing Team e Chiara Rubato della Omap Cicli Andreis – della gara “Epic”, consistente in un itinerario di 105

    chilometri per 3500 metri di dislivello. Accanto al percorso “Epic”, anche quello “Classico” di 56 chilometri per 1600 metri di dislivello.

    Soddisfazione, ancora, è stata anche espressa da Giovanni De Meco, presidente dell’associazione organizzatrice dell’evento. «Noi ci mettiamo il nostro impegno – ha dichiarato De Meco -, ma se la giornata riesce bene è principalmente merito del territorio silano coi suoi straordinari paesaggi. Tutti gli atleti, non solo italiani, ma provenienti addirittura da Polonia e Australia, sono rimasti a bocca aperta per la bellezza della Sila».

    Tra i numerosissimi partner di “Sila Epic”, pure Destinazione Sila, il cui presidente Daniele Donnici ha così affermato: «Un meritato plauso non può che andare all’Ente Parco Nazionale della Sila che promuove e sostiene eventi di questo tipo; eventi in grado di raccogliere un folto pubblico che, magari per la prima volta, scopre un luogo naturalistico d’eccezione e dove l’organizzazione, soprattutto da un punto di vista turistico, sta diventando sempre più di livello».

    Adesso, sempre per godere del meraviglioso binomio sport e natura, l’appuntamento è al 3, 4 e 5 settembre prossimi con “AQA libere – Largo Arvo: l’invito che ne segue è di tutta eccezione. «Attendiamo numerosi i visitatori – conclude di fatti il presidente del Parco Nazionale della Sila Francesco Curcio – che, grazie all’evento in parola, potranno fare esperienza di quel tipo di turismo lento che noi dell’Ente stiamo promuovendo, ottenendo, in base a quanto risulta, ottimi risultati».