• Home / CITTA / Cosenza / S.P. 242, DI NATALE: “SBLOCCARE IMMEDIATAMENTE L’ITER E PROCEDERE ALLA STATALIZZAZIONE. GRAVI DISAGI PER I CITTADINI”

    S.P. 242, DI NATALE: “SBLOCCARE IMMEDIATAMENTE L’ITER E PROCEDERE ALLA STATALIZZAZIONE. GRAVI DISAGI PER I CITTADINI”

    “Esprimo tutta la mia indignazione sulla strana vicenda che gravita attorno alla strada provinciale S.P. 242 che collega i comuni di Parenti e Rogliano”. È quanto afferma il segretario-questore dell’assemblea regionale, Graziano Di Natale, a seguito di un tavolo di lavoro promosso unitamente ai cittadini del Savuto.
    L’esponente politico, attenzionando la disastrosa condizione dell’arteria stradale, ha inteso dichiarare: “Sebbene in data 30/12/2019 la giunta regionale deliberava (Deliberazione N.649) 650.000,00 € per gli interventi di messa in sicurezza ma, nonostante i comuni abbiano presentato correttamente la documentazione valida, questa somma è stata inspiegabilmente bloccata. Addirittura il Ministero ha invitato l’Anas a fare sopralluoghi ma, come sempre, il tutto si é perso nel ginepraio della burocrazia”. Il vicepresidente della commissione regionale contro la ‘Ndrangheta rincara la dose entrando nel merito della discussione: “Come spesso accade alla politica manca la volontà di agire e a farne le spese sono i cittadini che ogni giorno devono fare i conti con un disservizio vero e proprio ulteriormente aggravato dal crollo di una corsia”.
    L’azione politica del Consigliere regionale è ben definita e volta a smuovere una situazione di stallo ritenuta inappropriata. “I cittadini sono stanchi. Finora sono state prodotte soltanto passerelle elettorali. A questo modo di fare mi oppongo con forza. Da rappresentante della massima istituzione regionale chiedo che venga fatta chiarezza sul blocco dell’Iter burocratico. Inoltre, in un’ottica di soluzione definitiva, accolgo la proposta delle amministrazioni comunali, di chiedere la statalizzazione del tratto di strada provinciale. Auspico un riscontro immediato. Il mio impegno non verrà meno”.