• Home / CITTA / Cosenza / Beni comuni: domani a Rende consegna del campetto di calcio alla consulta. Il sindaco Manna: “Esempio concreto di democrazia diretta”

    Beni comuni: domani a Rende consegna del campetto di calcio alla consulta. Il sindaco Manna: “Esempio concreto di democrazia diretta”

    Domani alle 17,30 nella piazza di Villaggio Europa a Rende sarà consegnato ufficialmente alla città Il primo bene comune che l’amministrazione Manna ha affidato alla consulta che lo autogestirà.
    “Per la prima volta nella storia della nostra comunità saranno gli stessi cittadini a prendersi cura e amministrare dal basso un bene collettivo. Un esempio concreto di democrazia diretta che vede la cosa pubblica quale bene comune primario”, ha spiegato il sindaco.
    Il progetto pilota, partito con il riconoscimento del campo di calcio di Villaggio Europa come primo bene comune, sarà illustrato alla città con la presentazione delle tante attività che si potranno svolgere nello spazio e nell’aree limitrofe.
    Dal softball al calcio, dalla pallavolo ai giochi da tavolo e ai giochi popolari: si partirà dal gioco per progettare un percorso comune all’insegna della condivisione e dell’abbattimento di ogni barriera sociale, sessista, razziale.

    “È necessario ridare centralità alla convivenza e alla socialità, agli affetti, iniziando a imporsi come parte attiva nei progetti di cura e rigenerazione dei beni comuni della propria città e programmando percorsi che ruotano intorno all’idea di comunità, di decisione assembleare, di autogoverno. I beni comuni sono gli spazi in disuso, le piazze, i beni culturali e quei simboli cittadini troppo spesso trascurati per diverse priorità delle agende politiche. I beni comuni sono l’acqua, i servizi pubblici di base, l’ambiente, la salute, i servizi. Beni comuni sono le città e tutti quei quartieri che attraverso la cooperazione quotidiana e costante fra chi li vive non saranno mai ghettizzati. Beni comuni sono tutti quei contesti materiali e immateriali in cui, o attraverso cui, si sprigionano la forza e la passione della cittadinanza attiva. Beni comuni sono beni di tutti, beni comuni sono l’opposto della proprietà”, ha affermato nel documento di presentazione dell’iniziativa la consulta dei beni comuni che avrà in gestione il campo sportivo di Villaggio Europa in via sperimentale per dodici mesi dalla sottoscrizione della relativa convenzione.