• Home / CITTA / Cosenza / Coronavirus, il sindaco di Cetraro ai cittadini: “Noi siamo più forti, no al panico”

    Coronavirus, il sindaco di Cetraro ai cittadini: “Noi siamo più forti, no al panico”

    “Noi siamo più forti. Cari cittadini posso senz’altro capire la paura e il panico che ha assalito il vostro animo in queste ore e come sarà difficile gestire questi sentimenti. Ci siamo ritrovati anche noi, nostro malgrado, nel vortice di un problema che sta coinvolgendo il mondo. Ma noi possiamo e dobbiamo farcela”. Inizia così il messaggio su facebook scritto oggi da Angelo Aita, sindaco di Cetraro, dopo che nella giornata di ieri l’Istituto superiore di Sanità ha accertato il contagio di Coronavirus di un uomo residente nella cittadina tirrenica.

    “Sono convinto che in questo momento di difficoltà – ha affermato il primo cittadino – saremo capaci, come sempre, di trovare l’energia per fronteggiare insieme questa emergenza. Sconfiggiamo la paura con la dovuta conoscenza, responsabilità e consapevolezza del problema che stiamo vivendo. È fondamentale rispettare e mettere in atto quanto previsto dai decreti ministeriali che affidano la gestione di questa emergenza sanitaria alle unità di crisi regionale costituitasi a cui noi sindaci dobbiamo assolutamente attenerci. Allo stato attuale le indicazioni pervenute riguardano interventi di isolamento domiciliare fiduciario con sorveglianza attiva per 14 giorni, oltre che per il paziente risultato positivo al COVID 19 ma attualmente asintomatico, anche per tutti coloro i quali sono entrati in contatto con il paziente e che sono già stati individuati . Eventuali altre azioni da mettere in atto saranno immediatamente comunicate”.

    “Vi assicuro – prosegue Aita – che continuo è il contatto con le strutture preposte alla gestione dell’emergenza , che non faranno mancare il loro sostegno così come non lo farà mancare la Presidente della Regione Calabria onorevole Jole Santelli che mi ha contattato personalmente per esprimere tutta la sua vicinanza alla città e il suo impegno per uscire più forti di prima da questa emergenza. Evitiamo azioni singole non previste che potrebbero solo creare confusione e ulteriori disagi. Non alimentiamo il panico con notizie false e fantasiose che vedo dilagare sui social. In questi casi vale la certezza dell’informazione e non il si dice…. . Infine, se posso permettermi, agire insieme significa anche evitare commenti inopportuni che in questo momento non avrebbero alcuna utilità. Confido nel vostro buon senso e nella collaborazione. La struttura comunale – conclude – ed io personalmente siamo a completa disposizione di tutti voi in qualunque momento”.