• Home / CITTA / Cosenza / Scalea (Cs): ragazzo disabile arriva in stazione FS priva di pedana

    Scalea (Cs): ragazzo disabile arriva in stazione FS priva di pedana

    Parte in treno da Roma per una vacanza in Calabria, ma non gli e’ possibile utilizzare la sua carrozzina elettrica per l’assenza, nella stazione di destinazione, di una pedana che gli consenta di scendere. E’ quanto accaduto, ha riferito l’associazione Dichenne Parent Project, ad un ragazzo di Roma, affetto da distrofia muscolare, alla sua prima vacanza senza i genitori. Meta del periodo di ferie, organizzato da un’Azienda sanitaria locale romana, e’ Scalea, in provincia di Cosenza. Giuseppe, il nome e’ di fantasia, pero’, ha rischiato di doversi fare un viaggio fino a Reggio Calabria, dove la pedana e’ presente. A Scalea, come nella stragrande maggioranza delle stazioni italiane, non esiste alcun ausilio utilizzabile da quanti in carrozzina scelgono il treno per spostarsi. A risolvere il problema hanno pensato i genitori di Giuseppe che, una volta sistemato il ragazzo su un’altra carrozzina di quelle tradizionali e richiudibili, hanno portato in auto la carrozzina elettrica fino in Calabria. ”In Italia – e’ scritto in un comunicato dell’associazione Dichenne Parent Project che si occupa di assistenza ai ragazzi con distrofia muscolare – su 2.500.000 persone disabili il 15,6% utilizza il treno ma, su oltre 2700 stazioni, solo il 16% e’ privo di barriere architettoniche”. (ANSA)