• Home / CITTA / Crotone, sulle tracce di Rino: una festa popolare

    Crotone, sulle tracce di Rino: una festa popolare

    E’ stata una festa popolare, in un quartiere popolare. E l’aggettivo popolare è stato interpretato nel senso più nobile della parola.

    Perché con “Sulle tracce di Rino”, l’evento organizzato dall’amministrazione Comunale in occasione dell’inaugurazione dell’opera di Jorit, realizzata nel quartiere 300 alloggi, dedicata al cantautore crotonese Rino Gaetano ha portato il centro ad incontrare la periferia.

    Migliaia di persone si sono date appuntamento davanti al palco installato davanti al murale realizzato dall’artista partenopeo per festeggiare il “ritorno” di Rino in città.

    E sono arrivati da tutti i quartieri cittadini, segno dell’unità di un popolo, per omaggiare Rino, per ammirare l’opera di Jorit, per ascoltare la storica Rino Gaetano Band.

    La tribute band, capitanata da Alessandro Gaetano, nipote di Rino, primo progetto in Italia fondato nel 1999 da Anna Gaetano, sorella del cantautore ha letteralmente entusiasmato gli spettatori eseguendo i brani del mitico Rino, nel corso della serata condotta da Cesko Thevineyard

    Da “Mio fratello è figlio unico” a “Gianna”, passando per “Aida” a “Berta Filava” fino a concludere con quello che è ormai diventato l’inno dei crotonesi: “Ma il cielo è sempre più blu”

    Una serata di grande partecipazione popolare, coordinata dal vice sindaco Cretella ma che ha visto un gioco di squadra con l’intera giunta e la stretta collaborazione con tutti gli uffici comunali.

    Migliaia di persone in quella che è diventata una vera e propria piazza ma tanti anche sui balconi dei palazzi anch’essi partecipi di un evento che resterà nel cuore di tanti crotonesi.

    E non resterà unico, come ha detto il sindaco Voce nel ringraziare i cittadini intervenuti: “la finalità è quella di avvicinare il centro alla periferia, di creare occasioni di incontro, di valorizzare questi quartieri che sono altrettanto importanti per la vita cittadina. Continueremo su questa strada. Abbiamo presentato tanti progetti per la loro rivitalizzazione. Alcuni ci sono stati già finanziati. Quello che si fa, lo si fa per esclusivo amore per la città” ha detto il sindaco.

    Una commossa Anna Gaetano, in collegamento telefonico, ha voluto ringraziare l’amministrazione e  la città per l’omaggio a Rino così come lo stesso Jorit, in collegamento, ha ringraziato la città per l’accoglienza ricevuta, manifestando affetto per la città e ammirazione per Rino: “questo murale è un simbolo di riscatto”

    Il sindaco ha voluto personalmente ringraziare la band così come la Polizia di Stato, i Carabinieri, gli uomini del Comando di Polizia Locale e tutti i volontari che hanno garantito che la festa si svolgesse in sicurezza e serenità