• Home / CITTA / Messina – Inaugurata sabato pomeriggio la XIV Mostra di Arte Presepiale

    Messina – Inaugurata sabato pomeriggio la XIV Mostra di Arte Presepiale

    La cerimonia di apertura della XIV Mostra di Arte Presepiale si è tenuta sabato pomeriggio, 21 dicembre, nella
    Chiesa Santa Maria all’Arcivescovado. L’esibizione della Corale “Insieme… Pietre Vive” ha dato inizio alla
    manifestazione, alternando brani natalizi agli interventi delle autorità.

    Mons. Giuseppe Costa ha fatto gli onori di casa, ricordando come l’arcivescovo, S.E. Mons. Giovanni Accolla, abbia
    dato il massimo appoggio nell’ospitare l’evento nella Cappella Santa Maria all’Arcivescovado e nei Chiostri, proprio
    perché il presepe è la rappresentazione immediata della Natività, come ha ricordato il Papa in questi giorni.

    Il presidente dell’Associazione Italiana Amici del Presepio Sede di Messina, Gigi Genovese, ha ringraziato i soci
    per l’impegno profuso nella realizzazione della mostra e in particolare il contributo dell’artista Antonio Valenti,
    recentemente scomparso, al quale è stata dedicata una parte dell’esposizione. Genovese ha ricordato la
    collaborazione nata già l’anno scorso con il Palazzo del Governo per il ‘Natale di solidarietà in Prefettura’, che
    ospita alcune opere dell’Associazione Italiana Amici del Presepio sede di Messina.

    A seguire l’intervento del prefetto di Messina, la dott.ssa Carmela Librizzi, che ha sottolineato l’importanza di
    queste manifestazioni per i bambini e per i giovani.
    L’assessore alla Cultura, prof. Enzo Caruso, ha lodato il lavoro dell’associazione per il valore pedagogico nella
    diffusione della cultura del presepe.
    La dott.ssa Tommasa Siragusa Tosi, dirigente della Biblioteca regionale, ha sottolineato la bellezza e la varietà
    delle opere della mostra ed ha espresso la volontà di intensificare la collaborazione con i presepisti messinesi.

    L’esposizione di diorami, presepi e sculture è a ingresso libero ed è aperta al pubblico dalle 16.30 alle 20 nei
    giorni feriali; mentre nei giorni festivi è fruibile anche al mattino dalle 10.30 alle 12.30 e il pomeriggio nel
    consueto orario 16.30-20.
    Circa cinquanta le opere presenti, realizzate dai soci dell’associazione e da artisti ospiti della manifestazione.

    Il percorso espositivo è aperto dalle iconografie, dove sono descritte la storia, le origini e l’evoluzione del
    presepe, soprattutto in alcune regioni come la Campania e la Sicilia.

    La prima sezione della mostra è riservata ai presepi aperti, visibili da tre lati e realizzati con diversi stili e
    materiali: dal presepe popolare, dove la Natività è collocata in un casolare ottocentesco con attrezzi e
    suppellettili della vita contadina del periodo, alle ambientazioni in stile storico-palestinese, che rappresentano i
    luoghi della nascita di Gesù.

    In una vetrina è disposta una collezione di pastori che si rifà all’antica tradizione napoletana. I personaggi sono
    alti circa 30 cm, hanno testa, mani e piedi realizzati in terracotta e sono vestiti con gli abiti tipici del ‘700.
    Accanto alle figure sono disposti oggetti di uso quotidiano e banchi di frutta e verdura realizzati in cera.

    La seconda sezione, dedicata ai diorami, è sempre molto apprezzata. Sono presepi osservabili da un’unica veduta,
    curati nei minimi particolari, con giochi di prospettiva ed effetti di luce che danno l’impressione di essere
    all’interno della scena. I diorami rappresentano i passi del vangelo: precedenti alla nascita di Gesù – come
    l’Annunciazione, la visita a Elisabetta, ricerca d’alloggio – e relativi alla Sua infanzia – i primi passi, Gesù fra
    i dottori del Tempio, la bottega di Nazareth e così via.

    La rassegna si conclude con il settore dedicato alle sculture, opere di grande pregio, con le quali ogni artista dà
    la propria interpretazione della Natività, utilizzando diversi materiali, dalla terracotta al vetro.

    Quest’anno uno spazio è dedicato alle opere dell’artista Antonio Valenti, recentemente scomparso. Iscritto già dai
    primi anni all’Associazione Italiana Amici del Presepio di Messina, Valenti è stato uno dei presepisti più
    apprezzati, contribuendo con i suoi lavori alla crescita artistica dell’associazione.

    Presente anche l’angolo del Workshop, dove sono mostrate dal vivo le tecniche utilizzate dai presepisti per
    realizzare diorami e presepi.

    A fine percorso è possibile acquistare il biglietto del presepe in sorteggio, che sarà estratto il 6 gennaio 2020,
    durante la cerimonia conclusiva della XIV Mostra di Arte Presepiale.

    L’evento è inserito nel programma “Armonie dello spirito – Natale 2019” ed è realizzato dall’Associazione Italiana
    Amici del Presepio sede di Messina in collaborazione con la Curia Arcivescovile, il gratuito patrocinio del Comune e
    la partecipazione dell’Ente Teatro di Messina.