• Home / CITTA / Catanzaro / Catanzaro – A Radiologia presidio Onco-Ematologico De-Lellis riconoscimento europeo
    Catanzaro - Riconoscimento europeo per Radiologia Presidio Onco-Ematologico De-Lellis

    Catanzaro – A Radiologia presidio Onco-Ematologico De-Lellis riconoscimento europeo

    La Calabria che ottiene risultati scientifici di alto livello anche internazionale è viva e lavora anche senza clamore. Al Congresso Europeo di Risonanza Magnetica tenutosi a Vienna, dal 29 Settembre al 1 – Ottobre, appuntamento annuale della “European Society of Magnetic Resonance in Medicine and Biology”, infatti, è stato selezionato e presentato oralmente dal dottor Pier Paolo Arcuri, Radiologo presso il Presidio De Lellis, il lavoro scientifico nato dalla collaborazione tra la Radiologia De Lellis, il Reparto di Oncologia, diretto Stefano Molica e dalla struttura Complessa di Medicina Nucleare, diretta da Saverio Palermo (nonché Capo Dipartimento della stessa Radiologia). Il lavoro, dal titolo: “Whole-body Mri with Diffusion-Weighted Imaging in staging and follow-up of malignant melanoma: advantages and limitations” ha analizzato le potenzialità diagnostiche della Risonanza Magnetica “Whole-Body”, cioè dell’intero corpo, integrata con tecnica diffusionale nella diagnosi e nel follow-up del melanoma in stadio avanzato, interfacciando i risultati con quelli ottenuti con studio Tc e Pet/Tc. Tali risultati hanno consentito di ottimizzare l’iter diagnostico di un’entità nosologica, quale appunto il melanoma, che purtroppo ha visto, negli ultimi anni, un’incidenza drammaticamente crescente. Ciò si traduce, per i pazienti, in una puntuale valutazione dello stato di malattia e, quindi in un tempestivo trattamento farmacologico, in particolare nel follow-up. Tale riconoscimento, che sicuramente contribuisce a dare visibilità alle nostre competenze regionali, si colloca in una regolare e costante attività scientifica portata avanti dal Dipartimento di Onco-Ematologia (del Presidio De Lellis la cui Responsabile della Direzione Sanitaria è la Maria Antonietta Greco) e, nella fattispecie, dalla Struttura Dipartimentale di Radiologia dello stesso Presidio, diretta da Giuseppe Fodero.