• Home / CALABRIA / Famiglie monogenitoriali povere, raccolta firme per sbloccare legge regionale

    Famiglie monogenitoriali povere, raccolta firme per sbloccare legge regionale

    Restituire dignità alle donne vittime di violenza per un riscatto sociale. Per avviare questo percorso le associazioni Agape, Libera e Soleinsieme hanno promosso una campagna di raccolta firme a sostegno della proposta di legge regionale n. 17 “Interventi per il sostegno delle famiglie mono genitoriali in difficoltà”. Il testo normativo era stato già approvato all’unanimità dalla terza commissione consiliare, ma attualmente risulta giacente alla commissione Bilancio in attesa che venga approvata definitivamente dopo aver stanziato le risorse. La proposta di legge n. 17 ha come obiettivi la realizzazione di un sistema rete madre-bambino, mediante la stipula di protocolli d’intesa, finalizzato all’implementazione di azioni integrate tra istituzioni pubbliche, organizzazioni del Terzo settore ed associazioni di volontariato. Lo scopo è quello di sviluppare azioni congiunte dirette al sostegno e all’integrazione sociale e lavorativa delle donne in difficoltà con figli minori e residenti in Calabria. Per sostenere con forza l’approvazione della proposta di legge, le associazioni promotrici della campagna di raccolta firme, hanno voluto organizzare nella sala “Giuditta Levato” di Palazzo Campanella (mercoledì 28, alle 15.30), un forum dal titolo “Madri sole e donne vittime di violenza”, con l’intento di offrire un momento di riflessione e confronto sul tema tra gli amministratori regionali e locali, magistrati minorili e dirigenti sindacali e del no-profit. Diversi gli interventi in scaletta che si apriranno con la presentazione dei lavori da parte di Mario Nasone presidente del Centro comunitario Agape. A confrontarsi sull’argomento: Nicola Irto (presidente del Consiglio regionale); Carla Sorgiovanni (referente regionale “Save the children”); Francesca Mallamaci (comunità accoglienza onlus Arcidiocesi Rc-Bova); Giusy Zinnarello (Comunità padre Guido Reghellin); Giusy Nuri (Cooperativa Soleinsieme); Giuseppe Marino (rete calabrese Crescere al Sud); Roberto Di Bella (presidente Tribunale dei minorenni Reggio Calabria); Giuseppina Latella (Procura della Repubblica); Giuseppe Marino (assessore alle Politiche sociali del Comune di Reggio Calabria); Antonio Marizale (Garante per l’infanzia Regione Calabria); Rosy Perrone (Segretaria provinciale Cisl); Angela Robbe (Lega regionale delle Cooperative); Giuseppe Aieta (presidente commissione Bilancio Consiglio Regionale). Nel corso del forum sarà proiettato il video “Riscatto e dignità” a cura della Cooperativa Soleinsieme; mentre le conclusioni saranno affidate all’assessore regionale alle Politiche sociali Federica Roccisano.