• Home / CALABRIA / Trasversale Serre, spunta la segnaletica fai-da-te
    Anas (società del Gruppo FS Italiane) comunica che, sono stati aggiudicati tre lotti per i lavori di completamento della strada statale 182 ‘Trasversale delle Serre’ in provincia di Vibo Valentia. Gli interventi riguardano i lavori di completamento a suo tempo aggiudicati all’Impresa Cavalleri Infrastrutture s.r.l. fallita, e riguardano i lavori di costruzione del Tronco 1° 2° lotto tra lo Svincolo ‘Serre’ dell’A2 “Autostrada del Mediterraneo” alla strada provinciale ‘Fiume Mesima’; Tronco 1° Stralcio 2° Sp Fondovalle Mesima a Vidotto Scornari e i lavori del Tronco 3° Lotto° 2°da località Cimbello a Bivio Montecucco. L’appalto è stato aggiudicato al Consorzio Stabile A.R.E.M. Lavori S.C.A.R.L. con sede in Santa Maria Capua Vetere (CE), per un importo complessivo di circa 867 milaeuro. I lavori che saranno consegnati all’Impresa aggiudicataria dopo le Festività Pasquali, avranno inizio, con le prime attività propedeutiche per l’avvio del cantiere e l’allestimento delle aree, entro il mese di aprile 2018. L’apertura al traffico dei tratti connessi con i lavori inerenti al Tronco 1° 2° lotto e Tronco 1° Stralcio 2 è prevista entro tre mesi dalla data di avvio dei lavori.

    Trasversale Serre, spunta la segnaletica fai-da-te

    L’Anas dorme e la politica è in letargo? Ecco allora spuntare, lungo le strade del basso jonio, la segnaletica “fai-da-te”! Insomma, evidentemente c’è chi ha pensato bene di risolvere “a modo suo” il problema delle indicazioni stradali per dirigere correttamente il traffico dal Soveratese verso la Trasversale delle Serre. Muniti di nastri e cartoni, hanno posizionato le frecce al punto giusto, lì dove effettivamente dovrebbero stare, all’altezza del bivio della Laganosa, a Satriano Marina. Una simpatica provocazione, ovviamente, una sottile e caustica forma di protesta per rimarcare, ancora una volta, la distanza siderale che separa le esigenze del territorio dai tempi elefantiaci della burocrazia. La vicenda è ben nota. Dopo l’inaugurazione dei nuovi tratti di superstrada, tra Gagliato e Torre di Ruggiero, nessuno ha pensato di aggiornare la segnaletica da e per Serra San Bruno. Tutti i cartelli continuano a dirigere il traffico lungo la vecchia statale per Campo Petrizzi. Chilometri e chilometri di tornanti che si perdono verso le alture delle Preserre. Le segnalazioni si sono accumulate nel tempo, senza ottenere risposta. Muta l’Anas, muta la politica. E allora? Ecco il fai-da-te! Meglio rimboccarsi le maniche e fare da soli che aspettare, aspettare, aspettare…