• Home / CITTA / “La memoria è fondamentale”, Reggio ricorda il prefetto De Sena: tutti gli eventi
    Conferenza presentazione eventi in memoria Luigi De Sena

    “La memoria è fondamentale”, Reggio ricorda il prefetto De Sena: tutti gli eventi

    Il 31 agosto, ad un anno dalla sua scomparsa, Reggio Calabria ricorderà il senatore, vicecapo della polizia e prefetto Luigi De Sena. Il ricco programma di iniziative, organizzate dall’amministrazione comunale in collaborazione con la famiglia De Sena, il ministero dell’Interno, la polizia di Stato, l’associazione ‘Società Libera’ e la Reggina 1914, è stato presentato questa mattina a palazzo San Giorgio, fra gli altri, dal sindaco Giuseppe Falcomatà e dall’ex ministro Maria Carmela Lanzetta.

    Oltre ad illustrare gli eventi di fine agosto, i relatori intervenuti al salone dei Lampadari hanno fornito un ricordo personale del “meridionalista dal volto gentile”, una figura che ha lasciato il segno nel territorio reggino, in un momento delicato della storia calabrese.  De Sena infatti divenne ‘super prefetto’ di Reggio, all’indomani dell’omicidio dell’allora vicepresidente del Consiglio regionale Francesco Fortugno.

    “La memoria è fondamentale”, ha esordito in conferenza il primo cittadino. “Quella di De Sena è una figura straordinariamente attuale, da prendere come esempio. L’immagine che ho impressa nella mente è quella di una persona che parla poco e ascolta molto. Un uomo – ha continuato Falcomatà – che riusciva a infondere fiducia nel suo interlocutore, attraverso il dialogo e la mitezza dei suoi comportamenti. Dopo l’omicidio Fortugno lo Stato volle dimostrare fermezza nella lotta alla criminalità organizzata. Per questo arrivò a Reggio il prefetto De Sena”.

    Il sindaco ha poi sottolineato la volontà dell’amministrazione di intitolare il parco di San Giovannello al senatore. Un “atto straordinario”, deliberato dalla giunta, trasmesso alla commissione Toponomastica e approvato dalla Prefettura, per “ricordare una figura che ha dato lustro alla città”.

    “Ho conosciuto un prefetto innovatore e grande conoscitore dei problemi del Sud”, ha affermato Lanzetta, ex ministro e componente del consiglio direttivo dell’associazione ‘Società libera’ di cui lo stesso De Sena faceva parte. “Da prefetto – ha ricordato Lanzetta – è stato una guida per tutti i sindaci della provincia, da senatore abbiamo potuto apprezzare la sua azione politica”.

    Sono intervenuti, ricordando De Sena e per illustrare le iniziative in programma, anche gli assessori comunali allo Sport e alla Cultura, rispettivamente Nino Zimbalatti e Patrizia Nardi, il presidente della Reggina Calcio 1914 Mimmo Praticò e Vincenzo D’Accuto dell’associazione nazionale della polizia di Stato.

    Il programma. La giornata dedicata si aprirà alle ore 11 con una conferenza stampa di presentazione, sempre nella sede del Comune reggino, del premio De Sena e del progetto ‘La città ideale – Viveri liberi in sicurezza, viveri liberi dalle paure’.

    Un’ora più tardi, a piazza Castello, verranno presentate le autovetture acquistate a favore delle forze dell’ordine e dell’autorità giudiziaria dalla prefettura di Reggio quale soggetto attuatore del programma straordinario per la giustizia in Calabria.

    A partire dalle 12:30, il Castello Aragonese ospiterà una mostra storica sulla polizia di Stato e alle 17:30 la messa officiata alla chiesa di San Giorgio al Corso dal vescovo Giuseppe Fiorini Morosini sarà seguita dall’intervento musicale dell’orchestra giovanile di fiati di Delianuova.

    Alle 19, appuntamento al parco di San Giovannello, intitolato in via straordinaria a De Sena. Qui verrà scoperta la stele dedicata al senatore. Per l’inaugurazione dell’intera opera, finanziata coi fondi comunitari Pisu, bisognerà aspettare la conclusione delle procedure relative al bando per la gestione del verde, dell’area bar e del ristorante. Durante la cerimonia suonerà l’orchestra del teatro ‘Francesco Cilea’ di Reggio.

    Gli eventi si concluderanno allo stadio ‘Granillo’, dove si disputerà l’incontro di calcio tra la Reggina 1914 e una rappresentativa del ministero dell’Interno.