• Home / CITTA / Reggio – L’affetto della città per l’inaugurazione dei locali di Bentivoglio

    Reggio – L’affetto della città per l’inaugurazione dei locali di Bentivoglio

    bentivoglio inaugurazione bentivoglio morosini bentivoglio raffa falcomatà bentivoglioIl 15 marzo è un giorno importante per Tiberio Bentivoglio ma anche per tutta la città di Reggio Calabria. Ha riaperto la nuova Sanitaria Sant’Elia proprio in uno dei locali confiscati alla ‘ndrangheta. Bentivoglio, per questi locali, situati accanto al Matteotti pagherà un regolarissimo affitto. . I locali infatti necessitavano della messa in sicurezza per una spesa di ben 61 mila euro, che Bentivoglio non aveva, ma grazie al sostegno dell’associazione Libera,  è riuscito a raccogliere 41 mila euro per i lavori di ristrutturazione. L’invito era stato rivolto a tutta la cittadinanza che risposto con amore e partecipazione. Presenti diverse rappresentanze istituzionali: il prefetto Claudio Sammartino, il comandante dei Carabibieri, la Guardia di Finanza, il Questore, il sindaco Falcomaà, Nicola Irto, Raffa, Cafiero De Raho, il vescovo Morosini e anche Don Luigi Ciotti che ha dichiarato: ‘Nella chiarezza che la strada continua ad essere in salita, tre parole devono essere tradotte, la continuità, la condivisione e la corresponsabilità. La corruzione e le mafie sono forti ma dall’altra parte le risposte sono forti ancor di più grazie al sostegno dei cittadini che vogliono essere cittadini responsabili”. ”Ce l’abbiamo fatta!” ha dichiarato Falcomatà. ‘Riapre oggi, in un bene confiscato alla criminalità, la sanitaria di Tiberio ed Enza Bentivoglio, proprio nel giorno in cui viene inferto alla ‘ndrangheta un importante colpo.

    Con grande orgoglio consegniamo l’agibilità del nuovo locale di Tiberio, sito sul Lungomare Matteotti.Dalla parte giusta, sempre”. Anche Lapo Elkann ha presenziato all’inaugurazione del nuovo negozio dell’imprenditore Tiberio Bentivoglio e poche ore dopo ha pubblicato sulla sua pagina facebook: ”Come sarà il 2016 per la Calabria e i Calabresi? La crisi economica attanaglia ancora la regione, i giovani continuano ad abbandonare la Calabria, dove ormai l’età media è di 50 anni e i pensionati sono il 40% della popolazione (1.900.000 abitanti). Questa in qualsiasi dizionario verrebbe chiamata involuzione.
    Per fortuna che il panorama non è sempre uniforme, ci sono infatti degli eroi che hanno deciso che si può fare business in calabria e soprattutto che i benefici economici possono essere spesi sul territorio.
    Oggi sono qui proprio con uno di questi imprenditori, un eroe che lavora nel silenzio per non far morire, qui come altrove, il sogno italiano”.  “Un simbolo per una Reggio Calabria che non si rassegna alla schiavitù delle cosche”, commenta la deputata del Movimento 5 Stelle Federica Dieni.

    Reggio – Nuovi locali commerciali per Bentivoglio (LE FOTO)

    Lapo Elkann all’inaugurazione dei locali di Bentivoglio: ‘Si può fare business in Calabria’