• Home / CALABRIA / Russo: “In due mesi nuova macchina amministrativa del Sistema Gioia Tauro”

    Russo: “In due mesi nuova macchina amministrativa del Sistema Gioia Tauro”

    Responsabilità e decisionalità. Anche su questi aspetti, secondo l’assessore regionale al “Sistema Gioia Tauro”, bisogna fare chiarezza: “L’area del porto è di esclusiva competenza del governo nazionale e  il presidente dell’autorità portuale prima, adesso dell’autorità di sistema portuale, viene nominato dal Ministero. I porti sono dello Stato non della Regione. Bruxelles prescrive che non possiamo spendere soldi POR regionali nel porto ma solo soldi PON. Tutto quanto noi facciamo per il porto può essere quasi definita un invasione di campo. Un’altra cosa è il retro porto e là c’è un’assunzione di responsabilità regionale. Anche per la Zes le cose che riguardano il retro porto dipendono solo dalla Regione,  quelle del porto dipendono dalla contrattazione con il governo”.
    Come già detto, semplificazione e snellimento sono i temi su cui Russo sta lavorando e su cui ha predisposto una delibera per l’attivazione di un gruppo di lavoro specifico per ridurre all’interno del porto e del retro porto tutto l’insieme dei processi. Questo contribuirà ad attirare nuova imprenditoria che non aspetta altro. “ Vogliamo andare incontro agli imprenditori non solo con l’allentamento della leva fiscale ma anche con l’ interlocuzione diretta sui problemi, ci spiega l’assessore. Nella riforma della macchina regionale, mentre prima le competenze erano distribuite tra vari uffici e addirittura tra vari dipartimenti adesso sono state raccolte in una sola direzione che si chiama Sistema Gioia Tauro. Nei giro di due mesi avremo la nuova macchina amministrativa della Regione. Questa nuova direzione si occuperà di portare avanti tutte le procedure per la ZES unificando le competenze in capo ad una sola mano e raggiungendo un efficacia di azioni molto più incisiva. Io penso, aggiunge Russo, che debba essere la macchina pubblica ad adeguarsi all’obiettivo, non l’imprenditore ad adeguarsi alla macchina pubblica. Altrimenti scappano in Inghilterra e in Germania”. Un’altra azione messa in campo relativamente alla Zes è quella del Marketing  e della promozione per lo sviluppo degli investimenti. In pratica serve pubblicizzare l’offerta Gioia Tauro agli imprenditori di tutto il mondo, americani, brasiliani e così via. In questo serve l’aiuto del Governo che  attraverso Sviluppo Italia, supporterà l’azione della Regione promuovendola e pubblicizzandola in tutto il mondo.  Gli imprenditori devono sapere che a Gioia Tauro troveranno finalmente condizioni favorevoli.

    Marina Malara