• Home / CITTA / Danni ingenti per il maltempo anche nel messinese
    Maltempo: Eolie isolate

    Danni ingenti per il maltempo anche nel messinese

    Una forte ondata di maltempo da ieri sera si sta abbattendo sul territorio peloritano. Sulla fascia ionica disagi vengono segnalati a Santa Teresa di Riva, dove le mareggiiate hanno portato fango e detriti sul lungomare, chiuso, di conseguenza, al traffico veicolare. Circolazione dirottata sulla Nazionale. Situazione analoga a Letojanni, S. Alessio, Furci e Rooccalumera. A Misserio (Santa Teresa) allagata parte del cimitero.

    A Messina, il porto di Tremestieri chiuso dalle 12.15 per avverse condizioni meteo; nuovo insabbiamento e situazione è costantemente monitorata dalla Guardia costiera. Due navi della TT Lines, impossibilitate a servirsi del porto di Catania, utillizzano il Molo Norimberga. Annullata, secondo quanto riferisce l’Ansa, la santa messa prevista alle 10 al Gran Camposanto. A Galati preoccupa l’erosione costiera nei tratti vulnerati da precedenti calamità. Sul posto alcuni rappresentannti della Circoscrizione. Alle 12 convocato il Coc, Centro operativo comunale per fare il punto sull’allerta meteo. Il Torrente Papardo rischia di esondare e determinare nuovi crolli. Isolate alcune famiglie.

    Grande apprensione per l’allerta rossa nel Barcellonese, già colpito da alluvioni.

    Tempesta di vento, pioggia e mareggiate e le sette isole dell’arcipelago delle Eolie da due giorni vivono forti difficoltà. Ieri soltanto gli aliscafi hanno garantito qualche collegamento. Il mare è molto mosso per il forte vento che soffia con raffiche che hanno anche raggiunto i 60 chilometri orari. Le mareggiate hanno invaso porti, strade e piazze raggiungendo in alcuni casi case e negozi. La situazione maggiormente critica si registra a Lipari, a Canneto. A distanza di 24 ore a Calandra è sceso a valle un fiume di pomice. Per la squadra comunale, che ha operato con l’ausilio di ruspe, neanche il tempo di ripulire, che con le abbondanti piogge si registra all’arrivo a valle di detriti e fango.