• Home / CITTA / Corigliano (CS) – Consiglieri di maggioranza: ‘Bilancio, inesattezze e falsità. Pd, Sel e M5S privi di argomenti’

    Corigliano (CS) – Consiglieri di maggioranza: ‘Bilancio, inesattezze e falsità. Pd, Sel e M5S privi di argomenti’

    “Sul bilancio di previsione 2015, PD,SEL, PSI e M5S hanno diffuso in questi giorni una miriade di inesattezze e falsità all’indirizzo dell’Esecutivo, con parole purtroppo dense di livore e di attacchi personali. E lo hanno fatto senza alcuna argomentazione, dimostrando una totale incapacità a leggere ed interpretare i fondamentali di questo importante documento finanziario”.

    È quanto dichiarano i gruppi consiliari di maggioranza che sostengono l’Amministrazione Comunale guidata dal Sindaco Giuseppe GERACI in un documento unitario nel quale non soltanto spiegano e ribadiscono la qualità ed i risultati storici confezionati nel bilancio di previsione approvato nei giorni scorsi dall’Assise ma colgono ancora una volta l’occasione “per rivolgere un appello – scrivono – alle componenti sane dei partiti di minoranza perché offrano un contributo serio e non propagandistico per uscire definitivamente dalla grave situazione determinata da anni di pessima gestione”.

    “La bontà del documento finanziario – si legge nel documento della maggioranza – è stata del resto già dimostrata, con la forza dei numeri, dalla relazione del neo assessore al bilancio SIINARDI sulla quale, così come dimostrano anche le video registrazioni del dibattito svoltosi, perfino i consiglieri di minoranza, seppure esprimendo un voto contrario, hanno tessuto lodi ed apprezzamenti. La stessa minoranza PD in consiglio ha di fatto riconosciuto la qualità di un documento di previsione che, per la prima volta, mostra una seria e concreta programmazione economica”.

    “Purtroppo – continuano i gruppi di maggioranza – in questi giorni di attacchi strumentali e privi di contenuti non abbiamo letto nessuna parola sulla razionalizzazione della spesa corrente che non ha tuttavia inficiato alcun servizio essenziale o sul mancato ricorso da due anni all’anticipazione di tesoreria o sull’elevata consistenza di cassa (circa 4 milioni di euro); o, ancora, sull’aumento delle erogazioni di servizi soprattutto nel settore sociale (dalla riapertura dell’asilo nido all’assistenza domiciliare per non autosufficienti, dai servizi educativi alla prima infanzia all’affido familiare fino ai contributi per i libri di testo) così come sulla tanto dibattuta riapertura dell’ufficio del Giudice di Pace. Nulla!”

    “Abbiamo letto invece – va avanti il documento della maggioranza – soltanto sciocchezze come quella dei presunti tagli al personale: nessun dipendente è stato licenziato e le nuove assunzioni sono precluse sia dalla Corte dei Conti che dalle leggi sul turn over; oppure come quella sulla presunta inerzia della Giunta in tema di lotta all’evasione: solo per la TARI, si è passati da una riscossione di 2.400.000 euro nel 2013 a 3.500.000 nel 2014, a parità di tariffa! Il cui aumento – si ribadisce – è stato notificato al Comune direttamente dalla Regione Calabria”.

    “Infine sui lavori pubblici. Pur avendo ereditato diversi progetti – ricordano i consiglieri di maggioranza – non abbiamo attinto ad un solo euro di nuovi mutui per la loro realizzazione. Né abbiamo mai pensato, come forse altri sono abituati a fare, di bloccare lavori intrapresi da chi ci ha preceduto con ulteriore esborso di risorse pubbliche. Diversamente, attraverso una certosina azione di recupero dei residui attivi, siamo riusciti ad intraprendere una poderosa azione di bitumazione delle strade urbane che è sotto gli occhi di tutti.

    Se consideriamo che nel 2014 questa Città era sull’orlo del dissesto finanziario – conclude la maggioranza – i risultati conseguiti in un arco temporale così breve ci appaiono quasi un miracolo. In ogni caso rappresentanti un oggettivo punto di non ritorno sul quale servirebbe una maggiore onestà intellettuale”.