• Home / CITTA / Catanzaro / Catanzaro – Sinergia per ripopolare la città con studenti. Canoni locazione agevolati

    Catanzaro – Sinergia per ripopolare la città con studenti. Canoni locazione agevolati

    di Clara Varano – Sono tante le carte in tavola per cui il nuovo piano per ripopolare Catanzaro è vantaggioso. Gli studenti, o meglio la Fondazione Umg, avrebbe canoni agevolatissimi di locazione nell’attesa che sia ultimato il campus universitario, i proprietari riuscirebbero ad ottenere diversi vantaggi anche sulle imposte e Comune e Provincia, forse, riusciranno a risolvere l’annoso problema della desertificazione del centro storico, con buona pace dei commercianti che vengono messi nel calderone con coupon da offrire a studenti e proprietari. Il protocollo è stato presentato a Catanzaro oggi e mira alla promozione dell’insediamento degli studenti dell’Università Magna Graecia nella città capoluogo di provincia. Ad illustrare nel corso della conferenza al Comune, le linee guida del protocollo di intesa, che sarà sottoscritto entro il prossimo 20 settembre, Arturo Pujia, Presidente della Fondazione Università Magna Graecia, promotore dell’iniziativa, Francesco Granato, Vicepresidente nazionale di Federproprietà, ed alcuni rappresentanti del Comitato strategico per l’edilizia, oltre che i rappresentanti politici degli enti coinvolti.
    Il protocollo prevede anche la possibilità di ripopolare il centro cittadino attraverso gli alloggi studenteschi della cui assegnazione si occupa la Fondazione universitaria. “Si tratta – ha chiarito Puija – di un insediamento stabile di studenti in città che prevede una serie di agevolazioni sia per noi, che ci facciamo carico del canone, che per i proprietari”.
    L’intesa si è resa necessaria ha sottolineato Puija “perché la quota di residenza al campus, non è più sufficiente rispetto alla richiesta”.
    In base al protocollo la fondazione pagherà per ciascun posto letto 110 euro. “Una agevolazione sul canone – ha esordito Granato – commisurata a quelli che saranno i numerosi benefici per i proprietari che aderiranno al protocollo”.
    Si va dalla tassazione contenuta al 10%, con canone concordato, allo sgravio totale dell’Imu, ma anche a quello parziale della Tari e della tassa sull’acqua.
    “Un modo – ha continuato il vicepresidente di Federproprietà – per non tenere immobili, che a causa della crisi restano invenduti, fermi e senza una destinazione vantaggiosa per i proprietari”.
    Coinvolte nel tavolo dei lavori anche Provincia e Comune che hanno dato la loro disponibilità a prendere parte attivamente all’intesa. “La Provincia – ha chiarito Marco Polimeni – metterà a disposizione una serie di locali da adibire a centro di aggregazione per gli studenti. Finalmente, si è riusciti a fare rete e questo è solo un punto di partenza”.
    Accanto agli immobili, completamente ammobiliati, messi a disposizione della Fondazione, con canoni della durata di tre anni rinnovabile per altri tre, anche corse aggiuntive dell’Amc. “È un modo – ha detto l’assessore alla Cultura del Comune di Catanzaro, Daniela Carrozza – per cercare di ripopolare il centro storico con centinaia di studenti”.
    Si tratta, infatti, di un piano che prevede l’utilizzo di una cinquantina di immobili per un totale di 100-150 posti letto e che prevede anche il coinvolgimento di commercianti e associazioni di categoria.
    Accanto all’Amc, le corse per condurre gli studenti dai vari punti della città interessati, che non saranno solo in centro, alle diverse facoltà dell’Umg, anche un servizio navetta privato della stessa Fondazione.
    Allo scopo sarà, inoltre, pubblicata una manifestazione di interesse rivolta ai ristoratori della città, per aprire una mensa per gli studenti che risiederanno nel centro storico.