• Home / CITTA / Tabularasa 2015 – Passera: ‘In Calabria siamo al limite del baratro’
    Tabularasa 2015 - Corrado Passera

    Tabularasa 2015 – Passera: ‘In Calabria siamo al limite del baratro’

    “La Calabria, la situazione politica in cui versa è vergognosa. Non è possibile che una regione afflitta da numerose problematiche resti nell’immobilismo totale perché è praticamente senza governo da otto mesi. La responsabilità della classe politca calabrese è evidente ed è di conseguenza evidente il fallimento del governo nazionale di cui l’aministrazione regionale calabrese è diretta espressione”. Così Corrado Passera, leader di “Italia Unica”, ospite a Reggio Calabria nell’ambito del festival Tabularasa.
    “E’ impossibile pensare di poter affrontare le emergenze di questa regione – ha aggiunto – senza un progetto, una idea di sviluppo. Questo fa pensare che in Calabria siamo al limite del baratro e che di conseguenza anche l’Italia è sullo stesso confine, visto che spesso la Calabria è stata precursore difenomeni negativi per l’intera nazione. So bene, però, che questa Regione può farcela, perché ha potenzialità che altre regioni non hanno. Speriamo che con la nuova Giunta nasca finalmente qualcosa e vedremo se il nuovo esecutivo regionale sarà pronto ad affrontare le emergenze della Calabria”.
    Tabularasa 2015 - Corrado PasseraDa ed ex ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Passera ha anche parlato della Salerno Reggio Calabria della quale ha “visto lo sviluppo nel corso degli anni” e del porto di Gioia Tauro sottolineando che si tratta di “una grande opportunità, che la politica deve saper valorizzare utilizzando la leva fiscale per rendere il porto competitivo rispetto alle altre infrastrutture del Mediterraneo”. Sul nuovo piano della portualità proposto dal Governo Renzi, che accorpa l’autorità portuale calabrese a quella di Messina, Passera ha sottolineato come “l’accorpamento potrebbe essere un’opportunità, anche perché la spezzettatura ha portato in passato tanti aspetti negativi”.
    E sempre in tema di infrastrutture l’ex ministro si è soffermato anche sull’argomento tanto spinoso degli aeroporti e i collegamenti della Calabria: “Una qualsiasi buona amministrazione che ha un aeroporto come Lamezia Terme, fa sì che ci siano collegamenti efficienti con tutti i centri”.
    Rispondendo alle domande degli organizzatori del contest, Giusva Branca e Raffaele Mortelliti, Corrado Passera ha anche discusso della Grecia e delle decisioni della Comunità Europea. “Da un lato abbiamo la Grecia che ha gestito malissimo se stessa ed era prevedibile che prima o poi si sarebbe schiantata,dall’altro, però, anche l’Europa non è stata da meno, perché non puoi dare, in termini economici, ad un Paese più di quanto sia il suo reale ed effettivo Pil, è normale che questo non sia in grado di far fronte ai debiti. Paesi come l’Italia potrebbero non reggere l’uscita della Grecia dall’Europa e non tanto per i crediti che vantiamo nei suoi confronti, quanto piuttosto per l’inaffidabilità che l’euro zona dimostrerebbe con tutte le conseguenze mondiali che potrebbero derivarne dal punto di vista della fiducia nell’Europa”.

    (Foto Antonio Sollazzo)

    Tabularasa 2015 - Corrado Passera Tabularasa 2015 - Corrado Passera

    Tabularasa 2015 - Corrado Passera