• Home / CITTA / Sabato sera al via Tabularasa 2015: in piazza Italia a Reggio alle 21.30 apre Nicola Gratteri

    Sabato sera al via Tabularasa 2015: in piazza Italia a Reggio alle 21.30 apre Nicola Gratteri

    Torna Tabularasa, il contest culturale tanto atteso dalla città di Reggio Calabria, ideato ed organizzato dai giornalisti Raffaele Mortelliti e Giusva Branca. Nonostante le difficoltà crescenti, anche quest’anno, Tabularasa, giunto alla sua sesta edizione, darà spazio a talk, coscienze e musica.
    Location della kermesse, per tutto il mese di luglio, il centro storico di Reggio Calabria nella suggestiva cornice di Piazza Italia.
    Numerosi e differenti gli argomenti e le soirées in carnet. Si spazia dallo sport, alla criminalità, passando per il giornalismo e la politica, ma anche corruzione, diversità e disamina di fatti che hanno contraddistinto la storia del Paese.
    Accanto ai dibattiti protagonista assoluta la musica con gruppi del Sud e la danza argentina con il suo Tango.
    Si parte sabato 4 luglio con il procuratore di Reggio, Nicola Gratteri, ospite, oramai rituale, della prima serata del festival, ma sul palco di Tabularasa si susseguiranno nel corso del mese personaggi dal calibro di Corrado Passera, Giulio Cavalli, Stefania Limiti e Sandro Provvisionato, con l’omicidio Moro, Goffredo Buccini, Raffaella Calandra di radio 24, Gerardo Dominijanni, Marco Giovannelli di VareseNews, Federico Cafiero De Raho, procuratore di Reggio Calabria, il generale Gennaro Vecchione, Comandante delle Unità Speciali della Guardia di Finanza e Federico Bergaminelli, con un focus sulla corruzione. Deborah Cartisano, Don Pino De Masi, Alessandro Russo e la memoria. Confronti e spunti di riflessione, poi, con Attilio Sabato, Filippo Veltri, Peppe Baldessarro e Gianfrancesco Turano, ma anche con Flavio Tranquillo, storico telecronista sportivo italiano, Fabio Cuzzola, Paola Bottero, Michele Albanese, Antonella Grippo e Pino Maniaci. E ancora, dal mondo della letteratura, Gioacchino Criaco, Vins Gallico, Mimmo Gangemi e Pino Aprile, il collettivo di Lou Palanca. Innovazione e futuro con Anna Amati, Pierluigi Mazzuca e Francesco Tassone. Volti noti alla città come Giuseppe Falcomata’, Giuseppe Raffa, Antonio Messina, Renato Accorinti, Andrea Agostinelli, Ilaria Bonaccorsi, Daniela De Blasio e Salvatore Cosentino. L’amore e le sue forme con Michela Calabro’, Lucio Dattola, Mirella Giuffre’, Porpora Marcasciano, Alessandra Nicita, Vanni Piccolo, Francesca Vecchioni.
    Un mix di ospiti che nell’ambito dell’estate reggina 2015, diventeranno anche per lo spettatore la giusta occasione per ponderare fatti del passato, ancora strettamente attuali, ma anche episodi recenti ben noti all’opinione pubblica.

    Tra musica e arte
    Tabularasa è anche l’occasione per elevare lo spirito con l’arte a 360 gradi. A completare il parterre di ospiti, infatti, sul palco si alterneranno Orelle, cantautrice jazz-rock, che con le sue canzoni in italiano e inglese, dà vita ad atmosfere tendenti all’acoustic rock/jazz, che strizzano l’occhio anche a suoni più rock e aspri, all’interno di un pop sperimentale dai contorni delicati; dall’Olanda Tango Extremo, capitanato dalla violinista Tanya Schaap, il quartetto è composto anche da Ben van den Dungen (sassofono), Rob van Kreeveld (piano), Hans van der Maas (fisarmonica), Alessio Bruno (contrabbasso), insieme spaziano tra tango, classica, jazz e musica brasiliana; gli Opera Chaotique, duo greco composto da Tenorman (aka George Tziouvaras) e Voodoo Drummer (aka Chris Koutsogiannis) che insieme vantano collaborazioni, come quella con Ennio Morricone di George Tziouvaras, ed esperienze come quella a Cuba e Brasile di Chris Koutsogiannis, di respiro internazionale; chiude Alessio Calivi, reggino di nascita che sin da bambino approccia alla musica scarabocchiando su un vecchio quadernone testi e melodie e che giunto a Milano ottiene il diploma all’Accademia del Suono ed accresce ulteriormente le proprie competenze nel campo del sound engineering, entrando anche a far parte di numerose band.