• Home / CITTA / Reggio – Omicidio Lacatus e Hoholea: confermata condanna a 16 anni per Foti
    Gianrocco Foti

    Reggio – Omicidio Lacatus e Hoholea: confermata condanna a 16 anni per Foti

    La Corte d’Assise di Appello di Reggio Calabria ha confermato la condanna a 16 anni di carcere per Gianrocco Foti (in foto), il trentottenne reggino, ritenuto responsabile dell’omicidio dei due rumeni, Ioan Lacatus e Ionela Hoholea, ritrovati cadaveri all’interno del bagagliaio di un’automobile in bilico sul pontile di San Gregorio, periferia sud della città, nell’ottobre dello scorso anno. In primo grado il gup Adriana Trapani, nonostante la Procura avesse invocato una durissima condanna all’ergastolo, accolse la richiesta avanzata dall’avvocato Lorenzo Gatto che durante la propria arringa insistette non solo per il riconoscimento delle attenuanti generiche, ma anche per l’esclusione dell’aggravante della premeditazione. Una perizia poi attestó la parziale incapacità di intendere e di volere al momento del delitto. In primo grado inoltre il gup dispose il risarcimento per le parti civili, rappresentate dai legali Teresa Ciccone, Rosario Giuffrè e Marco Panella; 5 mila euro di provvisionale e poi il resto invece, verrà quantificato in sede civile. Fermato dalla Polizia neanche dopo un giorno dal ritrovamento dei corpi, durante l’interrogatorio di convalida del fermo, Foti aveva ammesso le proprie responsabilità. Alla base del movente vi sarebbe la relazione intrattenuta con una prostituta rumena, che era riuscita, con vari stratagemmi, a farsi consegnare da lui a più riprese, oltre 25mila euro. Una volta troncato il rapporto, però, Foti cercherà direcuperare i propri soldi da Lacatus, sapendo dell’amicizia dell’uomo con la prostituta. Da qui, dunque, l’incontro dell’uno ottobre in tarda serata: in quell’occasione Lacatus, insieme alla Hoholea, lo avrebbe condotto a San Gregorio a bordo di una Alfa Romeo, con il pretesto di prendere il denaro. La situazione però sarebbe degenerata e secondo quanto riferito dall’uomo nel corso della propria confessione, i due rumeni lo avrebbero aggredito a bordo dell’auto, insieme ad altri tre connazionali (rimasti ancora ignoti). Allora Foti avrebbe sparato diversi colpi di pistola uccidendo sia Lacatus, sia la sia la Hoholea.

    Angela Panzera