• Home / CITTA / Il progetto “Comenius”, l’orchestra e le vittorie di quest’anno. Ecco il bilancio del liceo “N. Pizi” di Palmi

    Il progetto “Comenius”, l’orchestra e le vittorie di quest’anno. Ecco il bilancio del liceo “N. Pizi” di Palmi

    Il liceo “N. Pizi” di Palmi, diretto dalla preside Maria Corica, chiude l’anno scolastico facendo incetta di primi premi e raggiungendo tutti gli obiettivi prefissati. Ad una manciata di giorni dalla chiusura dell’attività didattica, si è svolto un incontro in aula magna, fortemente voluto dalla preside Corica, per far conoscere tutti i risultati conseguiti, con particolare attenzione alla conclusione del progetto “Comenius”, progetto bilaterale realizzato insieme al Liceul Teoretic “Emil Racovita” di Galati (Romania) e svoltosi in due biennalità.
    Questo, in realtà, è stato molto più di un semplice progetto. L’obiettivo principale era quello di far conoscere il patrimonio boschivo dei rispettivi territori ma l’esperienza in Romania ha contribuito a far cadere una serie di pregiudizi. È la storia di due popolazioni che all’inizio si scrutano da lontano ma poi si scoprono innamorate delle rispettive culture.
    “Molti quando hanno sentito parlare della Romania – afferma la preside Corica – sono stati diffidenti. Si aveva l’idea che i rumeni fossero poco rispettosi della legalità e che noi fossimo migliori di loro. Una volta in Romania, poi, abbiamo saputo che anche loro avevano gli stessi preconcetti nei nostri confronti, soprattutto per le notizie che arrivavano dalla TV sulla piana e il porto di Gioia Tauro. Ma poi sono bastati un paio di giorni perché tutte queste stupide barriere cadessero e lasciassero spazio ad un profondo rispetto delle diverse culture. Diverse ma nessuna superiore all’altra. Ognuno ha imparato qualcosa. Noi, per esempio – prosegue la preside – abbiamo apprezzato la grande pulizia delle città, il rispetto e la cura per l’ambiente scolastico. Cose che qui non vengono sentite allo stesso modo”. La professoressa Michela De Domenico, referente del progetto, conferma: “Abbiamo conosciuto persone splendide che ci hanno fatto sentire a casa, grande lo spirito di accoglienza nei confronti nostri e dei ragazzi. Nelle aule c’erano i fiori, le tende alle finestre e persino un acquario. I ragazzi tra di loro hanno lavorato benissimo. Il prodotto finale è stato un dizionario trilingue: inglese- romeno- italiano”.
    Gli stessi ragazzi del liceo descrivono così il loro viaggio a Bucarest: “Sono stati 10 giorni intensi, un’esperienza esaltante ed altamente formativa. Torniamo a casa con un bagaglio culturale ed umano ancora più ricco; abbiamo capito che i pregiudizi sono stupidi è che la vera ricchezza non è quella economica”. Presente in aula magna anche il sindaco di Palmi, Giovanni Barone, che nel suo saluto ha avuto parole di elogio per il liceo “Pizi”: “Sono qui perché è giusto partecipare ad un momento così importante della scuola più prestigiosa della città. Una scuola che grazie al suo dirigente ha saputo ben interpretare il sistema scolastico, andando sempre oltre”. Parole non di circostanza poiché trovano riscontro nella realtà dei fatti dal momento chili alunni del liceo palmese hanno riportato vittorie in tutti i concorsi cui hanno partecipato. Tra i successi di quest’anno c’è il primo premio che la “Pizi dream orchestra”, diretta dalla maestro Maurizio Managò, ha ottenuto in un concorso nazionale a Cetraro riportando il massimo punteggio (100/100). I ragazzi sono stati accompagnati dalla professoressa Maria Bonfiglio che ha dedicato la vittoria alla docente Rosa Gaudioso, recentemente scomparsa, che da sempre e fino all’ultimo aveva seguito i giovani musicisti. Anche la preside Corica ha ricordato la professoressa Gaudioso: “A lei sarà intitolata una borsa di studio che aiuterà i ragazzi più meritevoli nel loro percorso universitario”. E tra le tante vittoria conseguite quest’anno c’è anche quella di “Giornalisti nell’erba”, di cui è referente la professoressa Maria Anile e che ha avuto come tema il rispetto dell’ambiente. A Tor Vergata gli allievi hanno conseguito il primo e il secondo premio attraverso un video che mostrava tutto ciò che di dannoso c’è nel nostro territorio, proponendo soluzioni per la sua tutela.
    Il Pizi ha chiuso il suo “bilancio” andando oltre ogni aspettativa conseguendo successi in ogni campo del sapere: diritto, sport, musica, matematica, scienze. Il liceo, dunque, prosegue nel suo vincente percorso di formazione, pensando già ai prossimi traguardi da raggiungere.