• Home / CITTA / Reggio – Atam vertenza infinita. Sindacati divisi: sciopero si, no, forse..

    Reggio – Atam vertenza infinita. Sindacati divisi: sciopero si, no, forse..

    di Stefano Perri – Sciopero si, anzi no, forse. Il fronte della trattativa sindacale in Atam segue due strade diverse e ormai quasi contrapposte. Da una parte i rappresentanti di Cgil, Cisl, Uil, Ugl e Fais che ieri hanno dato seguito al secondo tentativo di riconciliazione con l’azienda ritirando la procedura di raffreddamento. Dall’altra l’Usb, che pur non essendo firmatario di contratto, prosegue sulla linea dura confermando lo sciopero di 8 ore per il 20 aprile. In mezzo le difficoltà finanziarie di un’azienda che stenta a galleggiare ed una serie di crediti ancora non erogati dagli enti.

    In particolare si attende ancora il versamento di 11 milioni da parte della Regione Calabria, somma che avrebbe dovuto essere certificata dai Ministeri e che nonostante le mille rassicurazioni non è ancora giunta nelle casse aziendali. Ed a questi si aggiungono circa 470 mila euro in arrivo dal Comune di Reggio per la chiusura dell’annualità 2014 sul servizio scuolabus. L’azienda ha inviato la fattura al Comune ma ancora non si hanno certezze.
    I sindacati continuano a chiedere in coro il pagamento delle mensilità di febbraio e marzo. Ma si differenziano nella linea da seguire. I firmatari di contratto propongono l’istituzione di un tavolo tecnico con Comune e Regione da convocare entro una settimana. L’Usb invece prosegue con la linea dura dello sciopero confermato per il 20 aprile. I lavoratori spaccati e disorientati, vorrebbero certezze.