• Home / CITTA / Bimbo muore a poche ore dalla nascita. Colpito da asfissia non arriva vivo a Catanzaro

    Bimbo muore a poche ore dalla nascita. Colpito da asfissia non arriva vivo a Catanzaro

    Una grave asfissia. Sarebbe questa la causa della morte del neonato, morto poche ore fa nel vibonese. Il bambino, nato questa mattina nell’ospedale di Jozzolino di Vibo Valentia, dopo un parto cesareo, sarebbe stato colpito da una forma grave di asfissia. Per questo motivo i medici avrebbero deciso il trasferimento immediato, avvenuto con l’ambulanza provvista della culla termica per preservare la temperatura del neonato, a Catanzaro, ma durante il tragitto il piccolo non ce l’ha fatta. Ed è polemica sulle condizioni sanitarie della calabria. Nei casi di asfissia, secondo quanto detto dai medici, bisogna essere ricoverati in pochissime ore in una condizione di ipotermia, per contrastare ogni conseguenza neurologica. Non c’è stato il tempo. Il bimbo, anche se fosse arrivato vivo a Catanzaro, avrebbe dovuto essere trasferito ugualmente all’Annunziata di Cosenza, unico centro in Calabria in grado di mettere in pratica questa pratica. Restano i dubbi: è possibile?

    La Procura della Repubblica di Vibo Valentia, al momento, non ha aperto alcuna inchiesta in attesa di poter acquisire informazioni sull’accaduto.