• Home / CITTA / Catanzaro / L’opera sottomarina di Larsen varca i confini italiani
    Nikolaj Bendix Skyum Larsen installazione Pizzo Calabro

    L’opera sottomarina di Larsen varca i confini italiani

    “La competenza di Rosa Ciacci è un segnale di vitalità del mondo culturale catanzarese”. Lo ha affermato il consigliere comunale Vincenzo Capellupo congratulandosi con la giovane concittadina, storico dell’arte e responsabile della ricerca e dello sviluppo del progetto “Qwatz”, residenza per artisti con base a Roma.
    Su iniziativa di Rosa Ciacci, infatti, l’anno scorso è stata realizzata, nel mare di Pizzo calabro, l’installazione artistica dello scultore danese di fama internazionale Nikolaj Bendix Skyum Larsen, che adesso è stata selezionata da una delle più affermate istituzioni d’arte contemporanea europee.
    “Il fatto che quelle opere, – ha aggiunto Capellupo – un simbolo e allo stesso tempo un ricordo dei migranti che perdono la vita in mare, siano state selezionate da un’importantissima istituzione artistica europea come il “Salt Galata” di Istanbul, penso possa essere definito come un bel riconoscimento anche per la professionalità dimostrata da Rosa Ciacci, che aveva scelto la sua terra per la “prima” dell’artista danese. In questo modo Rosa ha coniugato le sue radici alla centralità del significato che il Mediterraneo riveste per opere legate al tema, drammatico, dei migranti. Sapere che Catanzaro – ha concluso il consigliere – riesce a “produrre” competenze d’eccellenza come quella di Rosa Ciacci è un segno che lascia ben sperare e può essere stimolo per la crescita della nostra terra anche sul versante culturale”.