• Home / CITTA / Catanzaro / Catanzaro – Importante seduta consiglio andata deserta, Giglio: ‘Quando andate a casa?’
    Sala del Consiglio Comunale CatanzaroSala del Consiglio Comunale CatanzaroSala del Consiglio Comunale Catanzaro

    Catanzaro – Importante seduta consiglio andata deserta, Giglio: ‘Quando andate a casa?’

    Seduta deserta per l’ultimo Consiglio comunale di Catanzaro. Mancava il numero legale di consiglieri. Cosa c’era all’ordine del giorno? Robetta da nulla penseranno i più. Certo, robetta da nulla, se si considera che all’ordine del giorno c’era uno delle problematiche più spinose, complicate ed importanti, per decine di famiglie, che la città di Catanzaro abbia mai affrontato. All’ordine del giorno, tra gli altri, c’era, anche se non per via diretta, il Parco Commerciale Romani, per la quale recentemente ci sono stati 4 rinvii a giudizio tra cui l’ex sindaco Rosario Olivo (APPROFONDISCI QUI).

    L’aula avrebbe dovuto discutere della società Catanzaro Servizi e nello specifico la definizione bonaria del contenzioso Parco commerciale Romani e Aurora contro la stessa società partecipata del Comune in liquidazione e gli atti consequenziali e le determinazioni in merito ai contratti di servizio con la stessa Società. Ricordiamo che la vicenda del Parco commerciale Romani coinvolge molte famiglie che a causa dei continui ritardi nell’apertura, si sono ritrovate indebitate, con mutui da pagare e addirittura, dagli ultimi risvolti giudiziari, con una causa pendente per fallimento. Falliti senza essere mai entrati in possesso dei locali del Parco dove avrebbero dovuto aprire numerosi esercizi commerciali. Si parla di milioni di euro andati perduti. Di liquidazioni di padri che hanno investito per il futuro dei propri figli, ma loro no (LEGGI QUI L’INTERA VICENDA).

    I consiglieri, la maggior parte dei consiglieri ieri, avevano qualcos’altro da fare. All’appello del segretario generale, Vincenzina Sica, hanno risposto in 15. Maggioranza assente, seduta di prima convocazione dichiarata deserta dal presidente del Consiglio Ivan Cardamone. Quello che però più lascia perplessi è che anche il sindaco Sergio Abramo non era in aula. Cosa avranno avuto da fare consiglieri e sindaco di tanto importante da “disertare” una sedua importante del Consiglio? Ce lo domandiamo noi e se lo domanda anche il consigliere Antonio Giglio che chiaramente scrive: “Forse sono già in vacanza? Ma quando ve ne andate a casa?”. Intanto, nell’attesa di scoprire gli impegni improrogabili degli amministratori della città, i due argomenti saranno discussi dall’assemblea nella seduta di seconda convocazione già fissata per martedì 30 dicembre alle ore 11.

    (Cla.Va.)