• Home / CITTA / Crotone, M5S a Vallone: ‘A Ponticelli i bambini non possono vivere. Il marcio impregna tutto’
    cono cantelmi

    Crotone, M5S a Vallone: ‘A Ponticelli i bambini non possono vivere. Il marcio impregna tutto’

    Cono Cantelmi e Laura Ferrara scrivono a Peppino Vallone una lettera sulle condizioni in cui vivono alcuni cittadini crotonesi residenti in località Ponticelli.

    Riceviamo e pubblichiamo la lettera dei pentastellati –

    Pregiatissimo Sindaco,

    con l’europarlamentare Laura Ferrara e attivisti del Movimento crotonese abbiamo da poco incontrato alcuni cittadini in località Ponticelli di Crotone. Lì, come certo Le sarà noto, è ubicato un impianto di stoccaggio e smistamento dei rifiuti solidi urbani.
    Non starò a descriverLe il puzzo nauseabondo intorno, né le parlerò dei liquami maleodoranti che colorano di verde un canale di scolo vicino alle abitazioni. Non le racconterò del rumore e della compromissione, sul posto, della dignità umana. Le parlerò degli occhi di un ragazzo che, fumando nervosamente, ci ha riferito del figlio di tre anni e di come non possa giocare in giardino, vivere in casa e cambiare gli abiti al mattino. L’odore di marcio impregna ogni cosa.
    Un padre che teme per la salute del proprio figlio è un fatto che tocca nel profondo. Non esiste promessa elettorale che potrà togliere la paura per la vita dei propri familiari. In una città come Crotone, martoriata da malattie riconducibili a un ambiente inquinato, la vita di un bimbo di tre anni è troppo importante; non può essere abbandonata per dimenticanza o, peggio, per una bega politica.
    Ci sono stati narrati fatti inquietanti che meritano approfondimento da parte della magistratura. Abbiamo visto gli esposti e le segnalazioni. Abbiamo letto i verbali della Asl, le notizie di reato, gli inviti alle istituzioni di ogni ordine e grado.
    Non voglio dare responsabilità o attribuire meriti, signor Sindaco, né chiedere, adesso, le percentuali della differenziata (il motivo per cui si debba ancora oggi smistare l’indifferenziato mi è del tutto ignoto).
    Le chiedo solo di andare a parlare con quel ragazzo dagli occhi tristi e rassegnati, per sentire le preoccupazioni di chi vive a Ponticelli sognando un territorio salubre.
    Vada a Ponticelli, signor Sindaco, dia a queste persone il conforto umano e la speranza di un futuro. Lo faccia prima che le procure aprano fascicoli o i giornali ne facciano titoli.
    Lo faccia in silenzio, come abbiamo fatto noi. Da libero cittadino.

    Laura Ferrara
    Europarlamentare M5S

    Cono Cantelmi
    candidato Governatore per la Regione Calabria (M5S)