• Home / CITTA / Catanzaro / Catanzaro, ‘Orme nel Parco’ ancora protagonista in Europa con EcoDots

    Catanzaro, ‘Orme nel Parco’ ancora protagonista in Europa con EcoDots

    Un autunno ricco di appuntamenti di rilievo quello di Orme nel Parco.

    Mentre si accinge a concludere un’altra stagione in positivo, confermandosi tra le mete turistiche montane più frequentate del Sud Italia, nei prossimi giorni parteciperà a due importanti eventi.
    Il 3 ottobre l’impresa eretica calabrese per eccellenza interverrà al Forum Internazionale dei Progetti Europei, che si terrà a Castellaneta (TA), nato per fare incontrare i protagonisti dei progetti finanziati dell’Unione europea con gli enti culturali e le aziende. Massimiliano Capalbo, amministratore di Orme nel Parco, terrà un intervento dal titolo “Orme nel Parco: un’impresa eretica”, nel corso del foresight, incontro fra attori del sistema innovativo orientato al futuro, “Cultura e turismo”. Assieme a lui interverranno il Prof. Rosato Docente Università del Salento ed Emmanuele D’Alluiso di EUROIDEES.
    Ma non è tutto. L’impresa turistica calabrese, vincitrice di un bando europeo sul turismo eco-sostenibile, EcoDots, volerà in Germania per partecipare al secondo meeting in programma per lunedi 6 ottobre a Stoccarda, dopo il primo incontro organizzativo avuto a Parma il 30 aprile scorso.
    Il progetto EcoDots mira a connettere viaggiatori, piccole e medie imprese nel settore dell’ospitalità, tour operator, comunità locali e itinerari condividendo uno stretto legame con il concetto di turismo sostenibile e di qualità. I partners del progetto credono che il turismo avrà un impatto positivo sulle destinazioni da un punto di vista ambientale, economico e socio-culturale. Bilanciando queste tre dimensioni vitali, il progetto si sforza di creare una comunità transnazionale condividendo i valori del turismo di qualità e la responsabilità verso la natura e le future generazioni.

    Il progetto riunisce insieme una rete europea di alloggi indipendenti eco-friendly e itinerari collocati in Italia, Austria, Svizzera, Germania, Slovenia e Serbia.

    L’obiettivo di EcoDots è quello di costruire un’innovativa rete di strutture ricettive sostenibili e itinerari verdi nei paesi su citati e di promuovere la domanda di turismo sostenibile in Europa, facendo leva su un intelligente sistema interattivo, persone impegnate, risorse naturali, sistemazioni di qualità, itinerari locali e transnazionali.

    I partner che, assieme ad Orme nel Parco, collaboreranno al progetto sono: l’Associazione “Le città invisibili” di Parma, lo Josef Stefan Institute di Lubiana, l’EcoDev Centre for Research and Development di Belgrado, il Dipartimento del Turismo del Ministero dell’Economia e delle Finanze Serbo, il Comune di Parma, l’organizzazione no-profit Kate di Stuttgart e l‘Istituto di Studi per l’Integrazione dei Sistemi di Roma.
    “Continuiamo e continueremo a portare alto il nome della Calabria che agisce con passione e determinazione in Europa – afferma Capalbo – perché il nostro compito è quello di far emergere il bello che siamo e che abbiamo. Questo progetto ci consentirà ancora una volta di confrontarci con altre realtà diverse dalla nostra e di uscire dal provincialismo che spesso costringe le aziende a chiudersi invece che ad aprirsi. Abbiamo scoperto che Orme nel Parco è talmente integrata nel territorio da essere diventata ormai una località. E’ singolare, infatti, scoprire come navigando sul sito www.ilmeteo.it e scorrendo il menu a tendina delle varie località della provincia di Catanzaro si possa trovare Orme nel Parco”.