• Home / CITTA / Sequestro italiane in Siria: Vanessa Marzullo è calabrese

    Sequestro italiane in Siria: Vanessa Marzullo è calabrese

    Vanessa Marzullo, 21 anni, rapita in Siria nei giorni scorsi è calabrese. Nata a Cosenza, ha vissuto nella città bruzia fino al 2000, quando con la famiglia si è trasferita in Lombardia. A riportare la notizia “Il Quotidiano della Calabria”. Di lei si sono perse le tracce, mentre era in Siria con l’amica Greta Ramelli. Il mese scorso, è partita come cooperante per la Siria, dove incombe la guerra civile. Il loro intento era quello di seguire progetti umanitari: Greta e Vanessa sono le fondatrici del progetto Horryaty – iniziativa di solidarietà per la Siria, che si occupa prevalentemente di attività nel settore sanitario e idrico. L’irreperibilità delle due giovani è stata ufficializzata nelle scorse ore dalla Farnesina, che ha attivato l’unità di crisi. Secondo le prime indiscrezioni, date da fonti locali siriane, le giovani sarebbro state rapite da qualche giorno. Il sequestro sarebbe avvenuto ad opera di miliziani che dopo aver circondato la casa dove le ragaze vivevano le hanno portate via nella notte.