• Reggio contro le dipendenze: da domani al via ”Dipende da te”

    L’associazionismo reggino scende in campo per la lotta alle dipendenze. Si chiama ”Dipende da te” la campagna di prevenzione contro le dipendenze organizzata dal Cereso, Centro Reggino di Solidarietà, in collaborazione con la Provincia di Reggio Calabria, l’Arcidiocesi di Reggio Calabria – Bova, il CSI Reggio di Calabria, la FID Calabria, l’ASP Reggio Calabria, FICT, Tabularasa Strill.it, Gruppo Teatrale Grangia, Parrocchia di Sambatello e Parrocchia di Arangea.

    Un’iniziativa organizzata in occasione della XVIII Giornata Mondiale di lotta alla droga che si comporrà di una seri di eventi sul territorio volti a promuovere ”i valori della gratuità, del volontariato e dell’impegno civile come mezzo di contrasto al disagio e alla devianza”.

    A presentare l’iniziativa stamane a Reggio Calabria il Sacerdote Pietro Catalano, Luciano Squillaci e Maria Angela Ambrogio per il Cereso, per la Provincia di Reggio Calabria l’Assessore alla Cultura Edoardo Lamberti Castronuovo, per l’ASP la Dott.ssa Caterina De Stefano, il Dott. Tito Cogliandro per la FID Calabria, Paolo Cicciù e Mimmo Aricò del CSI Reggio Calabria.

    Una sinergia di intenti che ha consentito la promozione di una serie di eventi che coinvolgeranno il comprensorio reggino già a partire dal 26 giugno con il Musical Pinocchio, che si terra alle 21.00 al Teatro Siracusa, con la regia di Demetrio Canale e il prezioso contributo dello Studio Danza di Danila e Andrea Crisafi.

    Seguirà il 28 giugno Off Side – finali Oratorio Cup Calcio A5, promosse in partnership con il CSI di Reggio Calabria. L’appuntamento è alle 16.00 allo  Sporting Bocale, con sport, musica live e animazione.

    Il 30 giugno la campagna proseguirà a Sambatello presso il nostro Centro Don Tonino Bello con Fai la tua mossa: 1° torneo di dama a cura di CSI e FID Calabria.

    Il 1 luglio, sempre a Sambatello, è la volta del Cineforum con “il mattino ha l’oro in bocca”, film sul dramma del gioco d’azzardo, tratto dal libro autobiografico di Marco Baldini, con protagonista Elio Germano.

    La campagna si concluderà, a Sambatello, il 3 luglio, con l’evento “Un gioco che fa paura” – incontro dibattito sul gioco d’azzardo all’interno del Festival Tabularasa 2014 di strill.it con ospiti: S.E. Mons. Morosini, il Presidente della Provincia Giuseppe Raffa, il Dott. Franco Sarica Commissario ASP di Reggio Calabria, il Dott. Gaetano Chiusolo Commissario Comune di Reggio Calabria e Luciano Squillaci portavoce del Forum del Terzo Settore. A seguire finale live con Mimmo Martino e Mario Lo Cascio con “il suono e la parola”.

    ”Troppo spesso abbiamo puntato l’attenzione sulla sostanza e non sulla persona – ha dichiarato il Direttore del Cereso Luciano Squillaci – oggi il problema non è più la droga. Il problema è di carattere esistenziale e riguarda l’uomo e le dipendenze. A Reggio Calabria il fenomeno è di una gravità inaudita. Purtroppo di dipendenza si muore ancora, si muore un po’ ogni giorno. La nostra intenzione quest’anno è quella di rimettere al centro della nostra sensibilità la persona. E lo facciamo con una serie di iniziative che tendono a valorizzare il territorio e le istituzioni su un tema che è tutt’altro che risolto, anzi va ad aggravarsi sempre di più”.

    In prima linea da oltre 20 anni, il Cereso attraverso i suoi servizi offre risposte ai bisogni di aiuto provenienti dall’intero sud Italia. Ha attivo un Centro semiresidenziale di accoglienza, cura e riabilitazione con sede a Sambatello, dove dal 2009 ha avviato anche il primo Centro Sperimentale in provincia di Reggio Calabria per lo studio e la cura dal Gioco d’Azzardo Patologico. Gestisce inoltre una Comunità residenziale a Sant’Alessio in Aspromonte e diversi sportelli d’ascolto dislocati sull’intero territorio cittadino. Promuove progetti ed interventi di prevenzione delle dipendenze ed in generale al disagio giovanile, in accordo con  scuole ed enti istituzionali del territorio.

    L’iniziativa ”Dipende da te” rappresenta la proiezione naturale di quello che è il lavoro quotidiano svolto dagli educatori e dai volontari che animano il Centro Reggino di Solidarietà.  Sport, teatro, musica, arte e animazione saranno i pilastri della manifestazione.

    10462482_656507811104243_2394988127542906993_n

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.