• Home / CITTA / Reggio: cambio al vertice della Dia. Arriva il Colonnello Gaetano Scillia -VIDEO
    dia reggio calabria

    Reggio: cambio al vertice della Dia. Arriva il Colonnello Gaetano Scillia -VIDEO

    di Stefano Perri – Cambio al vertice del Centro Operativo della Direzione Investigativa Antimafia di Reggio Calabria.  A guidare l’importante snodo investigativo sarà da oggi il Colonnello Gaetano Scillia, che sostituisce il Colonnello Gianfranco Ardizzone, trasferito al Centro Dia di Caltanissetta. Il passaggio di consegne è avvenuto stamane, presso la sede del Centro Operativo Dia di Reggio Calabria, alla presenza del Direttore Arturo De Felice.

    Scillia, 56enne, laureato in Giurisprudenza ed in Scienze della sicurezza economica e finanziaria, Colonello della Guardia di Finanza, giunge a Reggio Calabria dopo l’esperienza di Caltanissetta, dove negli ultimi quattro anni ha retto il Centro Operativo della Dia nissena. Per lui si tratta di un ritorno a Reggio Calabria, dove dal 1999 al 2004, da Tenente Colonnello, ha ricoperto il ruolo di Caop del Settore Investigazioni Preventive e, sino al 2004, quello di Vice Capo Centro.

    ”Sono molto contento di ritrovare alcuni dei miei vecchi collaboratori – ha spiegato il Colonnello Scillia – assicuro il mio massimo impegno e la massima determinazione. Purtroppo la criminalità organizzata allinea un po’ tutti i territori del sud. Ma lo Stato è presente. In questa sede la Dia ha fatto un lavoro enorme. Sono certo che andremo avanti sulla stessa scia, soprattutto nel contrasto ai patrimoni illeciti che è uno dei grandi obiettivi della Dia”.

    L’esperienza professionale del Colonnello Scillia comincia alla guida della Sezione Operativa della Prima Compagnia di Milano, tra il 1981 e il 1982, seguita dall’incarico di comandante di plotone e poi di insegnante degli allievi sottufficiali presso il Battaglione di Cuneo fino al 1984. Dal 1986 al 1992 ha guidato la 3^ Compagnia della Guardia di Finanza di Palermo e fino al 1996 il secondo Gruppo del capoluogo siciliano. Dal 1996 al 1999 ha comandato il Gruppo della GfF di Catanzaro, poi la parentesi reggina e , successivamente l’incarico di Capo Sezione della Dia di Messina, dal 2005 al 2010, anno in cui ha assunto la direzione del Centro Operativo della Dia di Caltanissetta.

    Nel campo investigativo ha personalmente guidato e diretto attività che hanno consentito di giungere agli importantissimi arresti, eseguiti rispettivamente nel corso del 2012 e del 2013, dei boss e gregari mafiosi palermitani a vario titolo coinvolti nella stagione delle stragi mafiose del 1992, nella quale furono assassinati i magistrati Giovanni Falcone e Paolo Borsellino e gli agenti delle loro scorte. Le indagini del Colonnello Scillia hanno conenstito, nel quadriennio 2010/2014, di raggiungere la cifra di quasi 400 milioni di euro, sequestrati e/o confiscati alle più potenti cosche delle organizzazioni criminali di Caltanissetta ed Enna.  Un’attività che gli è valsa, nel corso della carriera, ben 60 ricompense di ordine morale in settori di servizio diversi.