• Home / CITTA / Strage Duisburg: assolti Giovanni Luca Nirta e Sebastiano Romeo. Ergastolo a Giovanni Strangio
    Strage di Duisburg arrestato il latitante Antonio Strangio

    Strage Duisburg: assolti Giovanni Luca Nirta e Sebastiano Romeo. Ergastolo a Giovanni Strangio

    di Angela Panzera – Faida di San Luca. Emessa la sentenza della Corte d’Assise d’Appello di Reggio Calabria, Gaeta presidente Campagna a latere, relativa al processo che ha fatto luce sulla sanguinaria guerra in cui per anni sono state contrapposte le potenti famiglie mafiose dei Pelle-Vottari da un lato e i Nirta-Strangio dall’altro. Mattanza culminata il 15 agosto del 2007 nella strage di Duisburg in cui morirono 6 giovani originari di San Luca ossia Tommaso Venturi, Francesco Giorgi, Francesco Pergola, Marco Pergola, Marco Marmo e Sebastiano Strangio. Assoluzioni importanti disposte dai giudici di secondo grado. Assolti dal reato di omicidio Giovanni Luca Nirta (marito di Maria Strangio uccisa nella “strage di Natale” ndr) che dall’ergastolo passa ad una condanna a 14 anni di reclusione, e Sebastiano Romeo che rimedia una condanna a 12 anni di carcere. Entrambi sono stati ritenuti colpevoli esclusivamente di associazione per delinquere di stampo mafioso e non più dell’omicidio di Bruno Pizzata. Assolto invece da ogni accusa Antonio Carabetta che in primo grado si era visto infliggere una condanna a 9 anni di carcere. Lieve sconto di pena per Antonio Pelle, classe 1988, che da una condanna a 18 anni passa a 12 anni di reclusione. Confermate invece tutte le altre condanne emesse a seguito del processo di primo grado. Confermata anche l’assoluzione per l’imputato Luca Liotino per cui la Procura antimafia aveva presentato appello. In tutto quindi sono 6 gli ergastoli confermati oggi dalla Corte d’Assise d’Appello reggina. La Procura Generale reggina, rappresentata dal sostituto procuratore generale Francesco Scuderi, aveva invece chiesto la conferma di tutte le condanne emesse dalla Corte d’Assise di Locri il 12 luglio del 2011. L’impianto accusatorio portato avanti dai magistrati della Direzione Distrettuale Antimafia riguardava tre distinti fatti di sangue ossia l’omicidio di Maria Strangio, uccisa il 25 dicembre del 2006, l’assassinio di Bruno Pizzata, freddato nel gennaio 2007, e la Strage di Duisburg dell’agosto 2007.
    Ecco nel dettaglio la sentenza emessa dalla Corte d’Assise d’Appello di Reggio Calabria:
    Antonio Carabetta: assolto
    Sonia Carabetta: 9 anni
    Luca Liotino: assoluzione confermata
    Francesco Nirta: ergastolo ed isolamento diurno per 1 anno
    Giovanni Luca Nirta: assolto per il reato di omicidio e condannato alla pena di 14 anni di carcere
    Giuseppe Nirta: ergastolo ed isolamento diurno per 1 anno e 2 mesi
    Antonio Pelle (classe 1988): 12 anni
    Francesco Pelle: ergastolo ed isolamento diurno per 1 anno e 2 mesi
    Sebastiano Romeo: assolto dal reato di omicidio e condannato alla pena di 12 anni di carcere
    Giovanni Strangio: ergastolo ed isolamento diurno per 3 anni
    Francesco Vottari: ergastolo ed isolamento diurno 1 anno e 6 mesi
    Sebastiano Vottari: ergastolo ed isolamento diurno 1 anno e 6 mesi.