• Home / CITTA / Messina: trovati due anziani in stato confusionale in un casolare

    Messina: trovati due anziani in stato confusionale in un casolare

    Due anziani di Casalvecchio Siculo, in provincia di Messina, sono stati trovati in stato confusionale e completamente disidratati in un casolare isolato nelle campagne di contrada Rafale. Di loro non si avevano piu’ notizie in paese da quattro giorni e cosi’, dopo una segnalazione, i carabinieri e la polizia municipale stamattina hanno bussato alla porta di Giuseppe B. 77 anni e Antonina B. 71 anni. Credendoli morti, hanno sfondato la porta e hanno trovato riversa per terra la donna, mentre il fratello giaceva sul letto. C’erano escrementi dappertutto, ma i due anziani respiravano ancora, anche se a fatica, e non riuscivano a parlare. Soccorsi, con due ambulanze del ‘118’, sono stati sottoposti alle prime cure e rifocillati; quindi ricoverati all’ospedale ‘San Vincenzo’ di Taormina. Le loro condizioni non destano preoccupazioni. Si tratta dell’ennesimo caso di abbandono nella provincia di Messina. In altre occasioni si e’ consumata la tragedia. Il pomeriggio del 31 dicembre scorso due fratelli, morti da mesi, erano stati trovati nella loro abitazione di Messina, mentre un terzo fratello che abitava con loro era in stato confusionale e non si sarebbe reso conto di nulla. E, sempre nella citta’ dello stretto, un immigrato dello Sri Lanka e’ stato trovato morto la notte scorsa nella galleria Vittorio Emanuele, nel centro della citta’. Tra le cause del decesso non si esclude il freddo. Il corpo dello straniero, K. K. R., 48 anni, che non presentava segni di violenza, e’ stato scoperto dai vigili urbani di guardia a Palazzo Zanca, sede del Comune. Era riverso su un giaciglio di fogli di cartone, e aveva attorno i resti di generi alimentari. La salma e’ stata traslata nella camera mortuaria del Policlinico. La galleria Vittorio Emanuele e’ spesso usata dai senza tetto come rifugio dove ripararsi per la notte.