• Home / CITTA / Pdci Calabria lancia campagna leggi iniziativa popolarfe

    Pdci Calabria lancia campagna leggi iniziativa popolarfe

    Cinque sono le proposte di legge ad iniziativa popolare che il Partito dei Comunisti Italiani proporrà anche in Calabria a tutti i cittadini. Saranno infatti allestiti nei prossimi giorni numerosi gazebo e banchetti  disseminati in tutta la Regione che rappresenteranno dei punti di incontro delle istanze democratiche dei calabresi che si oppongono con forza ai disegni scellerati del Governo Berlusconi. Anzitutto il tema del diritto allo studio, oggi messo in pericolo dalla Legge Gelmini e dai famigerati tagli di Tremonti, che verrà sviluppato ampiamente anche durante l’interessante forum organizzato dal PdCI che si svolgerà a Rende, presso il Centro Sociale “R. Lanzino”, giovedì 27 novembre a partire dalle ore 16:30. Ma un attenzione particolare dedicata anche al mondo del lavoro, attraverso la proposta di introduzione di un salario minimo orario garantito e del meccanismo della scala mobile che adeguerebbe i salari, gli stipendi e le pensioni all’aumento del costo della vita. Un’altra proposta di legge riguarda il tema della casa e della residenzialità, per favorire il diritto di ogni cittadino ad una abitazione civile e decorosa. L’ultima proposta di legge, ma non per importanza, riguarda il conflitto d’interessi, tema troppo spesso utilizzato come specchietto elettorale e mai attuato neanche quando a governare è stato il centrosinistra di Prodi.

    Il Partito dei Comunisti Italiani si mobiliterà dunque in Calabria su questi cinque assi fondamentali che rappresentano la cifra politica della proposta programmatica che si vuole portare alle prossime importantissime elezioni europee. Si parte dal programma dunque, valorizzando aspetti centrali nel tessuto sociale del paese come la scuola ed il lavoro, che vanno salvaguardati da una cospicua rappresentanza di comunisti anche all’europarlamento di Bruxelles che dovrà essere garantita da una forte mobilitazione sociale e da un rilancio dell’opposizione nel paese per riconquistare consensi e la fiducia che sono stati perduti.

    Per affrontare questa difficile sfida, il Partito dei Comunisti Italiani, consapevole della forza e della giustezza della proposta politica che sta costruendo, in Calabria ha deciso di riorganizzare gli assetti dei suoi organismi dirigenti a livello regionale. A margine dell’ultima riunione di Segreteria Regionale sono stati, infatti, affidati i diversi incarichi di lavoro, che serviranno a coordinare a livello politico le prossime iniziative. Responsabile Organizzazione regionale è stato nominato il compagno Serafino Zangaro, all’istruzione e all’università Domenico De Paola, vicesindaco di San Demetrio Corone (CS); al settore Lavoro e Pari Opportunità confermata Mattia Pennestrì, alle Politiche Sociali Pasquale Neri, alla Sanità il Sindaco di San Donato di Ninea Luigi Salvo, all’Agricoltura l’assessore provinciale di Cosenza Luciano Manfrinato, agli Enti Locali Saverio Valenti, alla Giustizia il compagno Lorenzo Fascì e, infine, quale responsabile della campagna per la raccolta delle firme delle 5 proposte di legge di iniziativa popolare il compagno Angelo Marra.

     

    Lamezia Terme, 22 novembre 2008                                                    Ufficio Stampa PdCI Calabria