• Home / CITTA / Calabria: tre comuni nella Locride per accogliere gli immigrati

    Calabria: tre comuni nella Locride per accogliere gli immigrati

    Tre comuni della Locride sono pronti ad accogliere, nell’ambito delle proprie disponibilita’ strutturali, immigrati clandestini che periodicamente sbarcano lungo le coste italiane; primi fra tutti quelli che non possono essere piu’ tenuti presso il Cpt di Lampedusa. Sono i comuni di Caulonia, Riace e Stignano, centri spesso interessati dagli sbarchi e, comunque, non nuovi a manifestazioni di solidarieta’. La notizia giunge proprio dopo la ferma presa di posizione del primo cittadino dell’isola di Lampedusa, De Rubeis, il quale, rendendosi portavoce delle rimostranze della popolazione, ha scritto ai ministri dell’Interno e della Difesa per chiedere di non far piu’ convergere altri immigrati verso l’isola; almeno fino a quando quel centro d’accoglienza non sara’ tornato alla normalita’ visto e considerato che attualmente ospita circa 1900 extracomunitari a fronte d’una capienza di quasi 800. Ora i sindaci Ammendolia, Lucano e Sasso, rispettivamente alla guida dei Comuni di Caulonia, Riace e Stignano, con un’iniziativa congiunta hanno manifestato la disponibilita’ ad accogliere i clandestini. Potrebbero essere utilizzate case abbandonate, strutture messe a disposizione dalla Diocesi di Locri-Gerace, scuole non piu’ utilizzate e cosi’ via, per complessivamente circa 400 posti. Un modo concreto, dicono, non solo per manifestare solidarieta’ ma anche per far rivivere i nostri borghi abbandonati. Gli immigrati, aggiungono, devono essere considerati una risorsa. La proposta dei tre sindaci verra’ ufficializzata oggi durante una riunione congiunta che si terra’ al Municipio di Riace. (AGI)