• Sicilia: in 470mila chiamati ai ballottaggi domani

    Saranno 470 mila e 328 i cittadini che domani e lunedi’ saranno chiamati al voto per i ballottaggi in Sicilia. Urne aperte in 26 comuni per l’elezione del sindaco. Dovranno essere rinnovate le amministrazioni di Salemi e Paceco (TP); Capaci, Partinico e Ventimiglia di Sicilia (PA); Licata, Menfi e Ravanusa (AG); Modica (RG); Augusta e Priolo Gargallo (SR); Biancavilla, Giarre, Gravina, Mascali, Palagonia, Riposto, Adrano, San Gregorio, Scordia, Tremestieri Etneo e Randazzo (CT); Leonforte, Piazza Armerina e Troina (EN) e Riesi (CL). A Salemi, gli elettori dovranno scegliere tra il critico d’arte ed ex assessore del Comune di Milano Vittorio Sgarbi (Udc) e Alberto Scuderi (Pd). Sgarbi al primo turno ha ottenuto 2.923 voti, pari al 39.18% delle preferenze, mentre Scuderi ha avuto 1.334 voti, pari al 17,88%. A Ventimiglia di Sicilia, invece, si parte da una situazione di assoluta parita’ tra i due candidati, Andrea Mannina e Andrea Pagano, che hanno letteralmente diviso l’elettorato conquistando il 50% delle preferenze ciascuno (759 voti pro capite). Entrambi sono sostenuti da liste civiche. Nelle elezioni del 15 e 16 giugno il centrodestra ha stravinto conquistando tutte le otto le Province dove si e’ votato, (ne aveva gia’ cinque alle quali aggiunge le roccaforti ”rosse” di Enna, Caltanissetta e Siracusa) e ottenendo un successo nei tre comuni capoluogo Catania, Messina e Siracusa. Al voto sono gia’ andati 147 comuni, 40 dei quali con oltre 10 mila abitanti. (ANSA).

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.