• Home / CITTA / Ed a Palazzo S. Giorgio arrivarono le fiamme

    Ed a Palazzo S. Giorgio arrivarono le fiamme

    vvffGli interrogativi principali sono due: una bravata di qualche cretino di fine estate oppure un gesto inquietante con lo scopo di lanciare un "avvertimento" agli amministratori comunali?
    Non è affatto facile rispondere alla domanda, ma quel che è certo è l'abisso tra i risvolti dell'una o dell'altra possibilità.
    L'incendio sviluppatosi nel pomeriggio di ieri a palazzo S. Giorgio che ha danneggiato una

    zona destinata ad alcuni uffici con funzioni di archivio documenti ha fatto e farà discutere nei prossimi giorni.
    Aumentando la pressione di un clima politico già rovente da polemiche e confronti aspri. 
    Si tratta di un episodio di origine dolosa e lo testimoniano i Vigili del Fuoco intervenuti – che hanno riscontrato i segni dell'uso di liquido infiammabile – e il rinvenimento da parte degli agenti di Polizia di un accendino sul quale sarà effettuata la rilevazione delle impronte digitali.
    Nessun danno a persone, ma alcuni archivi – dal contenuto in corso di accertamento – andati distrutti   una intera ala del palazzo sede dell'amministrazione comunale resa inagibile da qui a diversi giorni.
    Corso Garibaldi Erano da poco trascorse le 15:30, quando – nel cuore della domenica pomeriggio – alcuni cittadini che passeggiavano sul Corso Garibaldi, insospettiti dal fumo proveniente dal seminterrato lungo via Osanna, hanno fatto scattare l'allarme.
    Il tempestivo intervento dei Vigili del Fuoco ha impedito il propagarsi delle fiamme lungo altri locali.I primi rilievi sono stati eseguiti dagli uomini della Polizia Scientifica.
    Appresa la notizia, sono giunti sul posto anche il primo cittadino, Giuseppe Scopelliti, assieme al Capo di Gabinetto, Franco Zoccali ed il consigliere di AN, Massimo Labate.
    Palazzo S. Giorgio è sprovvisto di un sistema di video sorveglianza esterna, ma la presenza di un istituto bancario (Banca Nuova) potrebbe fornire agli inquirenti elementi utili alle indagini. (Ant. Mont.)