• Home / CITTA / Operazione Odissea: Napoli, stretti collegamenti tra cosche Vibo e Reggio

    Operazione Odissea: Napoli, stretti collegamenti tra cosche Vibo e Reggio

    angelanapoli"Quanto emerge dall'inchiesta "Odissea", e' davvero allarmante e non puo' non attirare l'attenzione anche sulla 'ndrangheta del reggino, in particolare, su quella della piana di Gioia Tauro".
    Lo afferma Angela napoli, parlamentare di An. "Fin dalla nascita del porto di Gioia Tauro – dice – e' apparso chiaro il collegamento ed i conseguenti accordi tra le cosche dei Mancuso e quelle dei Piromalli – Mole' di Gioia Tauro e dei Pesce – Bellocco di Rosarno."
    "La stessa posizione limitrofa delle due province di Vibo Valentia e di Reggio Calabria ha sicuramente favorito i citati collegamenti mafiosi e personalmente – prosegue il deputato di Taurianova – mi e' parso che dopo la famosa operazione "Porto", che ha colpito parte dell'illecita attivita' delle cosche nel porto di Gioia Tauro, sia stata notevolmente sottovalutata la potenzialita' di queste stesse cosche ed i loro collegamenti con quelle vibonesi.
    L'inchiesta della "Odissea", intelligentemente prodotta dalla Squadra Mobile di Vibo Valentia, coordinata dalla DDA di Catanzaro, ha, infatti, messo in evidenza che le cosche dei Mancuso e dei La Rosa, avrebbero gestito anche il settore delle bische clandestine e dei videopoker truccati, favorendo in quest'ultimo settore ditte di Gioia Tauro.
    Non solo, – dice Napoli – ma alcuni alberghi del vibonese sarebbero serviti alla 'ndrangheta per riunioni nelle quali venivano pianificate le strategie criminali e per decidere alcuni omicidi compiuti successivamente nel reggino.
    Il quadro e', quindi, decisamente inquietante anche per il territorio reggino, senza dimenticare che proprio in questa provincia insistono Polsi e Rosarno, storicamente utilizzati dalla 'ndrangheta per pianificare le variegate strategie criminali calabresi. (AGI)