• Home / CALABRIA / Gelli, Oliverio e le versioni opposte sulla Sanità calabrese (VIDEO)
    Scura - Gelli - Oliverio

    Gelli, Oliverio e le versioni opposte sulla Sanità calabrese (VIDEO)

    La notizia è di qualche giorno fa: Oliverio, grazie all’emendamento apportato alla legge potrebbe assumere il ruolo di Commissario della Sanità. L’emendamento rimuove, infatti, l’incompatibilità tra ruolo di commissario alla Sanità e governatore della Regione. Sarà poi il Consiglio dei ministri a decidere. Oliverio, dunque, corre verso l’agognata gestione del comparto sanitario calabrese, oggi gestito da Massimo Scura e Andrea Urbani. E proprio sulla gestione commissariale degli ultimi anni il presidente della Regione Mario Oliverio la pensa diversamente da Federico Gelli, responsabile Sanità Nazionale per il Partito Democratico. Qui la storia dell’idillio tra Pd nazionale e Mario Oliverio vacilla un po’.

    Infatti Gelli parla di un buon lavoro soprattutto con i dati e i numeri registrati. “Dal punto di vista dei Lea – dice Gelli – c’è stato un incremento di circa 10 punti rispetto al passato. C’è stata una smobilitazione di circa 410 milioni di euro una stagione di assunzioni che ha permesso di assumere 1400 persone e prossimamente altri 700. E’ una valutazione positiva. Credo che il commissario Scura abbia aiutato la Sanità di questa regione, non l’abbia impoverita. Poi ovviamente vedremo cosa succederà”. Vedremo cosa succederà, deciderà il Cdm, insomma per nulla scontato che per Oliverio arrivi l’investitura. Soprattutto se il governatore boccia l’operato che l’uomo della Sanità Dem considera positivo.

    “Sono sicuro – dice infatti Oliverio – che sulla base della facoltà che ha il governo di scegliere non c’è dubbio che la scelta democratica indipendentemente da Oliverio, spinga verso il presidente anche sulla base dei dati che non sono positivi nella gestione commissariale degli ultimi anni. Questo mi induce ad essere fiducioso”. Intanto Oliverio è fiducioso, Gelli promuove cum laude Scura, i calabresi si domandano, ma forse parlano di due regioni diverse?