• Home / CALABRIA / ‘Ndrangheta – Arrestati un chirurgo plastico e un imprenditore edile a Milano

    ‘Ndrangheta – Arrestati un chirurgo plastico e un imprenditore edile a Milano

    La Polizia di Stato sta eseguendo un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip del Tribunale di Milano nei confronti di due italiani: un chirurgo plastico di 42 anni ed un titolare di una ditta di autodemolizioni di Desio (MB) di 40 anni. I due sono accusati di associazione mafiosa in quanto considerati appartenenti alla “locale” di ‘ndrangheta di Desio.

    La lunga indagine condotta dagli agenti della Squadra Mobile di Milano negli anni 2013 e 2014, coordinata dalla locale Direzione Distrettuale Antimafia, ha permesso di accertare, tra l’altro, che i due arrestati riscuotevano crediti per conto di alcuni sodali detenuti, provvedendo inoltre al loro sostentamento.

    Il chirurgo plastico, inoltre, si è avvalso della propria professione di medico per svolgere attività di informazione ed assistenza ad esponenti della ‘ndrangheta. Il titolare della ditta di autodemolizioni è poi indagato anche per ricettazione, detenzione illegale di armi comuni da sparo e da guerra e relativo munizionamento, reati aggravati dalla finalità di agevolare l’associazione mafiosa. Ulteriori dettagli sull’operazione saranno forniti presso gli uffici della Squadra Mobile alle 11.

    Sempre a Desio nel 2013 una gara d’appalto andò deserta, in molti pensarono, per il timore della ‘ndrangheta e lì un anno prima finì la latitanza di Giuseppe Cacciola, fratello di Cetty Cacciola, accusato d’aver indotto la sorella al suicidio.