• Home / CALABRIA / Regione – Su nomina De Gaetano Oliverio parla di ‘rispetto per la magistratura’. Lui: ‘Giudicate il mio operato’

    Regione – Su nomina De Gaetano Oliverio parla di ‘rispetto per la magistratura’. Lui: ‘Giudicate il mio operato’

    A lui alcune delle deleghe più impegnative per gli assessori. La sua nomina ha suscitato scompiglio anche a livello nazionale, perché il suo nome compare in un’informativa della Dda di Reggio Calabria, però, lui, parliamo di Antonino, detto Nino De Gaetano, non è indagato per nessun procedimento. E’ questo il motivo che ha convinto, nonostante fosse conscio delle polemiche che sarebbero sorte, Mario Oliverio a sceglierlo come uno dei suoi uomini chiave nella gestione della Cosa Pubblica regionale. “Nella nomina di Nino De Gaetano – chiarisce Oliverio – c’è un grande rispetto per la magistratura. Non esiste nessun atto della magistratura che è in contraddizione con questa scelta. Non è  la mia impostazione garantista dell’occorenza, ma rispettosa della causa intrapresa per riportare in alto la Calabria. Non sono mai stato disattento e superficiale a queste problematiche. Su questo terreno si facciano riferimenti concreti e non discussioni tese a sollevare polveroni quelli non saranno da me non considerati”. Non lascia spazio a commenti, il presidente e aggiunge: “Si alzi qualcuno e dica che c’è un avviso di garanzia, c’è un atto prodotto dalla magistratura”. E in effetti, alla conoscenza di chi scrive, quell’atto non c’è.

    Si parla, dunque, di mera interpretazione soggettiva su ciò che è giusto e sbagliato, su ciò che è conveniente o sconveniente, e qui si sa entrano in gioco i personalismi e la macchina di Oliverio avrà i suoi, certamente divers da quelli di chi punta il dito.

    Il diretto interessato, sulle polemiche che hanno investito la sua nomina, risponde: “Sono cose che non fanno piacere. Le abbiamo superate ed io mi affido al giudizio di Oliverio. Io voglio lavorare per dare una mano ai calabresi. Voglio essere giudicato sulle cose che mi competono sul mio operato che è iniziato oggi”.

    E sulle emergenze che riguardano le sue deleghe di competenza parte dal dissesto idrogeologico, per il quale mira a “sbloccare immediatamente la spesa relativa così da creare due realtà positive: evitare i disastri e dare occupazione” e finisce con i trasporti e la recente decisione di Alitalia di ridurre i voli da Lamezia a Milano Linate: “Per questo – spiega l’assessore – chiederemo un incontro urgente ad Alitalia ed a livello ministeriale”. Allarga poi il campo all’argomento più generale degli aeroporti e sottolinea: “Eviteremo la chiusura dell’aeroporto di Reggio e Lamezia va implementato. Dovremmo fare anche un discorso sulle società di gestione che sono tutte in perdita. Strategia per attrarre compagnie serie e strutturate che servono allo sviluppo del Turismo”.

    Clara Varano