• Home / CALABRIA / Crisi pesche e nettarine: la Cgil annuncia la mobilitazione con una manifestazione dei lavoratori contro la Regione Calabria

    Crisi pesche e nettarine: la Cgil annuncia la mobilitazione con una manifestazione dei lavoratori contro la Regione Calabria

    La Flai – Cgil Federazione Territoriale di Castrovillari, nello stigmatizzare l’inaccettabile immobilismo dell’Assessore regionale all’Agricoltura Michele Trematerra e della Giunta Regionale della Calabria, che a fronte delle sollecitazioni da parte degli agricoltori e delle loro Organizzazioni di Produttori, a distanza di alcune settimane, dal provvedimento della Commissione Europea, non ha inteso ancora convocare gli agricoltori e con il sindacato per i provvedimenti richiesti a sostegno della filiera colpita dalla crisi, censura tale comportamento assolutamente deprecabile sul piano dei doveri istituzionali del Governo Regionale e della incomprensibile mancanza di sensibilità e responsabilità verso una crisi della filiera agricola della produzione di pesche e nettarine che ha una grande rilevanza sociale. Nelle produzioni della frutta estiva, nel Distretto Agroalimentare di Qualità di Sibari, operano importanti aziende, anche in forma cooperativa, che occupano migliaia di lavoratrici e lavoratori, rappresentando – di fatto – la polpa della nostra economia territoriale che produce reddito ed occupazione per l’intero Distretto Agricolo, con una evidente rilevanza sociale ed economica.

    Il Sindacato, in tutte le sue articolazioni, dalle strutture territoriali, regionali e nazionali della federazione di categoria (Flai-Cgil) e della Confederazione (Cgil) nel pretendere che la Regione Calabria, l’Assessore all’Agricoltura, convochi immediatamente gli agricoltori, produttori di frutta estiva (pesche e nettarine) con le Organizzazioni Sindacali dei lavoratori e le Organizzazioni Professionali Agricole per assumere idonei ed efficaci provvedimenti atti a mitigare i riverberi occupazionali ed economici sopravvenienti dalla crisi della filiera.

    La Calabria è l’unica regione nel nostro Paese che non ha svolto una parte attiva in rapporto alla crisi che ha colpito le produzioni di pesche e nettarine, mentre le altre regioni, al di là dei risultati, hanno dimostrato grande dinamismo e vicinanza ai produttori ed alle economie dei territori interessati alla crisi, sostenendo adeguatamente i produttori anche anticipando i provvedimenti richiesti all’Europa.

    Pertanto, il sindacato dei lavoratori – la Flai- Cgil con la Confederazione annuncia una grande assemblea delle lavoratrici e dei lavoratori del Distretto Agricolo, per una manifestazione contro la regione Calabria e per sostenere – con la lotta sindacale – il valore strategico per l’intera economia regionale della filiera produttiva delle pesche e nettarine.