• Home / ARCHIVIO / Notizie archivio / Come creare una pec

    Come creare una pec

     

    La PEC è uno strumento molto utile, per le aziende e per i privati. Per le aziende, ormai da vari mesi, vige per altro l’obbligo a comunicare alla pubblica amministrazione un indirizzo PEC valido, attraverso cui ricevere e inviare comunicazioni di varia natura. I privati cittadini non sono obbligati ad avere tale strumento, ma si tratta di una comodità che evita code, dispendio di tempo e di denaro. È quindi bene sapere come creare un indirizzo PEC, in modo da poter attivare questo strumento quando lo si ritiene necessario.

    Creare una PEC
    Sapere come creare un indirizzo PEC è semplice, perché oggi sono numerosi i gestori che offrono questo tipo di opportunità. Attivare un account di posta elettronica certificata è solo leggermente più difficile rispetto all’attivazione di un comune indirizzo e-mail. La differenza sta nel fatto che il gestore deve poter identificare correttamente colui che attiva un account PEC, quindi ha la necessità di verificare carta di identità, codice fiscale e documentazioni che permettano di collegare un soggetto a un indirizzo PEC. Quindi, per capire come creare una PEC si parte dalla scelta del gestore, che va fatta considerando anche l’offerta commerciale, dal punto di vista economico e degli strumenti offerti. In seguito, sarà sufficiente compilare la modulistica disponibile online e inviare una copia digitale dei documenti richiesti. Nell’arco di pochi minuti si avrà la possibilità di inviare la prima PEC.

    Il costo della PEC
    Un classico servizio di posta elettronica offre la possibilità di inviare e-mail e di riceverle, la possibilità di attivare particolari sistemi crittografici e di conservare i messaggi inviati e ricevuti. La PEC offre qualcosa di più: il gestore certifica ogni singolo messaggio, conservandone una copia, mantenendo l’ora e la data di invio e di ricezione, controllando che il destinatario effettivamente riceva il messaggio. Per questo servizio, che avviene in modalità crittografata, in modo che le PEC non siano intercettabili o modificabili, si paga una piccola somma annuale. Stiamo parlando di cifre contenute, che aumentano leggermente nel caso di PEC aziendali, perché per le aziende il servizio solitamente comprende ampio spazio per la conservazione dei messaggi. Si tratta solitamente di cifre che vanno da meno di 2 fino a 3 euro al mese.

    A cosa serve la PEC
    Prima di chiedersi come creare un indirizzo PEC è opportuno capire a cosa serve questo tipo di strumento, per poter valutare se sia effettivamente necessario averlo a disposizione. Una PEC, Posta Elettronica Certificata, è una mail che ha valore legale. Quindi questo strumento si può utilizzare per attivare o disdire contratti e abbonamenti, per interloquire con la pubblica amministrazione, per ricevere messaggi dall’Agenzia delle Entrate, per svolgere una molteplicità di attività per le quali, senza PEC, è necessario uscire di casa, fare code presso gli sportelli e occuparsi di svariate pratiche burocratiche. La PEC quindi è un comodo strumento, che ci permette di evitare le code, di non inviare le classiche raccomandate con ricevuta di ritorno edi comunicare le nostre scelte o preferenze direttamente da casa.