• Home / ARCHIVIO / Cultura / A Paola con “Emigrantimigranti”

    A Paola con “Emigrantimigranti”

    A Paola (CS) dal 9 al 15 agosto 2008 la quinta edizione di EmigrantImmigrati. La collaborazione tra Auser Circolo di Paola e Consorzio Musicisti Calabresi sforna un programma ricco e con presenze esclusive, insieme alla ormai consueta produzione speciale del festival, dedicata in questa edizione ad uno studio su San Francesco di Paola nella tradizione calabrese che vedra’ impegnati musicisti provenienti dal mondo della musica etnica insieme a musicisti di formazione classica.

    EmigrantImmigrati rappresenta un tentativo di fusione tra la storia dell’emigrazione italiana e calabrese e i nuovi fenomeni di immigrazione con particolare attenzione ai musicisti stranieri che vivono in Italia. L’apertura e’ affidata al gruppo siculo-greco Aptal, che presenta un nuovo spettacolo dal titolo Mediterranea con le danze di Mohamed Trabelsi e Daniela Firrarello per una serata di musiche, canti e danze del mediterraneo orientale con questa formazione che rappresenta una splendida fusione tra artisti provenienti da Italia, Tunisia e Grecia.

    Il 10 agosto e’ la volta di Farragoni’a, un nuovo gruppo multietnico cresciuto nella ”pancia” di EmigrantImmigrati, essendo stato fondato da quattro musicisti che hanno calcato il palco del festival nel corso degli anni. Musiche d’autore per strumenti tradizionali con la voce del palestinese Faisal Taher, la zampogna cromatica del siciliano Giancarlo Parisi, la kora del griot senegalese Jali Diabate, la chitarra battente di Maurizio Cuzzocrea e il contrabbasso di Giovanni Arena.

    L’11 agosto la storia della musica tradizionale in Italia sara’ rappresentata dai Musicanti del Piccolo Borgo, che dal 1975 raccolgono e ripropongono i canti e le musiche dell’Italia centro-meridionale e che vantano prestigiose collaborazioni e concerti in tutto il mondo fino al palco di Samarcanda, nel piu’ grande folk festival dell’Asia.

    Il 12 agosto, in esclusiva per la Calabria ed in collaborazione con AreaSud, si esibira’ il gruppo Ifriga, ineguagliabili interpreti di canti, musiche e danze della tradizione berbera, che saranno in Italia per la prima volta.

    Straordinari suonatori e costruttori di strumenti tradizionali, racconteranno in forma di concerto la loro storia antica e al tempo stesso contemporanea, fatta di ritmi e melodie di grande fascino.

    Il 14 agosto ospite di EmigrantImmigrati sara’ il gruppo piu’ longevo della musica calabrese: Dedalus. La loro storia e’ fatta di un percorso ineguagliabile nella musica etnica italiana, spaziando dalla sapiente riproposta del repertorio tradizionali alla composizione di testi e musiche che pienamente si collocano nel filone della tradizione calabrese.

    Chiudera’ EmigrantImmigrati 2008 il progetto ”U gran miraculusu” che presenta in forma di studio per immagini e suoni quello che diventera’ uno dei principali eventi della musica calabrese, un racconto della vita di San Francesco di Paola, nella sua lingua e nei suoi luoghi. A realizzarlo un ensemble unico appositamente creato dal Consorzio Musicisti Calabresi con strumenti classici (chitarra, viola, violino) ed etnici (zampogne, flauti di canna italiani e mediterranei e chitarre battenti) e le voci di Mario e Sergio Artese e Maurizio Cuzzocrea.