• Catania, "regalarsi e regalare"

    “Regalarsi e regalare”.  Un gruppo di insegnanti della Scuola Materna Comunale di Catania ha deciso di donare un’ora di gioia e amore ai piccoli ospiti, degenti del Reparto Pediatrico del Policlinico diretto dal Prof. Gino Schilirò, sabato 28 giugno alle ore 17.00.“ Plaudo alla bella iniziativa dei maestri comunali- ha detto il sindaco Raffaele Stancanelli- sono vicino col cuore e con affetto ai giovani degenti del reparto a cui auguro una pronta e definitiva guarigione. L’iniziativa dimostra – ha continuato Stancanelli- la dedizione con cui i nostri dipendenti adempiono ai loro compiti specie quando questi li portano a contatto con le fasce più deboli e sofferenti della popolazione”.L’iniziativa è un tocco d’affetto in più verso i più fragili, a conclusione di un anno scolastico, durante il quale i maestri hanno trasmesso competenze diverse ai loro piccoli alunni.Il gruppo di insegnanti che compongono il coro hanno scelto di partecipare ad un corso di formazione, organizzato dal direttore della Pubblica Istruzione, Augusta Manuele, e dalla responsabile delle Scuole Materne comunali, Giusy Sciuto ed affidato al maestro Alfonso Oscar Pappalardo che ha seguito, per l’intero ciclo, con grande competenza, impegno e passione, i docenti che vi hanno preso parte. E’ nato così il “ Coro delle voci Maestre”, che ques’anno si è riunito, dopo l’orario di lavoro, nella sede dell’associazione Futur@, dove oltre alla passione per il canto si è condiviso il piacere dell’essere “gruppo” con finalità, obiettivi e principi di vita.Attraverso l’Abio (Associazione bambini in ospedale), che organizza momenti ludici per piccoli pazienti del Policlinico, il maestro Alfonso Oscar Pappalardo ha progettato questo momento ricreativo. Il “ Coro delle voci maestre” proporrà un repertorio di brani scelti ed appositamente strutturati. Le coriste saranno impegnate non solo dal punto di vista corale, strumentale e di movimento ma entreranno in simbiosi con i piccoli ospiti e le loro famiglie attraverso un abbraccio, non soltanto simbolico, che possa trasmettere forza e solidarietà.

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.