• Home / ARCHIVIO / Catania / Catania, Giudice di sorveglianza respinge differimento pena per Bruno Contrada

    Catania, Giudice di sorveglianza respinge differimento pena per Bruno Contrada

    Il giudice del Tribunale di sorveglianza di Santa Maria Capua Vetere, Daniela Della Pietra, ha respinto la richiesta di differimento della pena per gravi problemi di salute per Bruno Contrada, e rigettato la richiesta di trasferimento dell'ex funzionario del Sisde nell'ospedale militare del 'Celio' a Roma. Secondo il giudice lo stato di salute del'ex 'superpoliziotto', che si trova nel carcere militare campano dove sta scontando una condanna a 10 anni di reclusione per concorso esterno in associazione mafiosa, non sarebbe incompatibile con la detenzione. Nel provvedimento di rigetto il giudice sottolinea che ''non e' sufficiente che l'infermita' fisica menomi in misura rilevante la salute del soggetto in espiazione pena, ma e' necessario che la stessa, oltre a non potere essere adeguatamente curata in centri clinici carcerari o con l'eventuale trasferimento del detenuto in ambienti sanitari esterni, raggiunga un livello tale da rendere incompatibile il senso di umanita'''. Il giudice si sofferma anche sull'eta' avanzata di Contrada, che 77 anni, e rileva che ''puo' ben comprendersi come per un anziano, affetto da alcune patologie, la privazione della liberta' sia vissuta come una 'sofferenza aggiuntiva' ma, secondo giurisprudenza, essa puo' assumere rilevanza soltanto quando si configuri di entita' tale da superare il limite dell'umana tollerabilita'''. (ANSA).