• Reggina, Inzaghi resta prudente: :”Se tra tre mesi saremo lì… vedremo. Abbiamo un tifo impressionante”

    Lunga interfvista di Filippo Inzaghi rilasciata a Sportaitalia. Rispondendo alle domande di Alfredo Pedullà, ha ricordato l’estate che sorprendentemente lo ha portato a Reggio Calabria.

    Il ricordo dell’estate

    “Tutto – h arivelato –  è stato improvviso. Avevo deciso di prendermi a malincuore qualche mese di riposo, poi è arrivato Saldini con la Reggina. Mi hanno convinto a intraprendere questa avventura. Quando sono arrivato in aeroporto e ad attendermi c’era tanta gente ho capito che poteva essere un anno importante”.

    La Reggina è in alto, ma Inzaghi non ne vuole sapere di alzare apertamente il tiro. Anche perché alla vigilia nessuno accreditava gli amaranto di poter giocarsi qualcosa di importante. Questo avverà soltanto se la squadra sarà in grado di dare continuità ai risultati fino ad ora.

    I complimenti a Saladini

    E quel “se” è ben chiaro nella testa di Pippo Inzaghi. “Conosco  – ha dichiarato – il campionato di Serie B. La verità è che Saladini ha fatto un miracolo salvando questa società. Siamo partiti da zero in tutti i sensi. Dalla squadra allo staff, passando per la società. Era impensabile dopo tre mesi di avere una clasisifica del genere. Io guardo avanti e sono felice di avere avuto tre anni di contratto. Nulla vieta di sognare, perché stiamo facendo bene e abbiamo un tifo impressionate di Serie A. Giochamo contro corazzate, squadre che da tre anni provano a tornare la Serie A. Io puntavo a star fuori dalla zona brutta. Quello che viene saàr di guadagnato. Se tra tre mesi saremo ancora lì, vedremo “.